Montagna in festa. A Castellanza successo per la mostra “La Lombardia e le Alpi”

A una ventina di minuti di autostrada da Milano, Castellanza merita una visita. L’occasione è propizia. In questi giorni si celebrano i quarant’anni da quel remoto 4 gennaio 1974 in cui poté fregiarsi del titolo di città per decreto espresso dal Presidente della Repubblica. E’ un’occasione davvero speciale anche per rendere omaggio alle montagne che da queste rive dell’Olona si possono scorgere solo con il sereno ma che sono ben vive nel cuore dei cittadini da quando il 10 luglio 1945, tra le rovine ancora fumanti dei bombardamenti, alcuni giovani castellanzesi diedero vita alla sezione del Club Alpino Italiano: un attivissimo sodalizio che oggi gestisce un patrimonio morale, culturale e sportivo maturato in oltre sessant’anni di molteplici attività e che costantemente arricchisce con nuove iniziative.

Il cordiale incontro tra il presidente della Sezione di Castellanza del Cai Adelio Girola e il milanese Renato Lorenzo, conservatore della Biblioteca "Luigi Gabba".
Il cordiale incontro tra il presidente della Sezione di Castellanza del Cai Adelio Girola e il milanese Renato Lorenzo, conservatore della Biblioteca “Luigi Gabba”.

Ultima iniziativa dei soci di Castellanza è la ripresa della grande mostra “La Lombardia e le Alpi” che nel 2013 ha ben figurato, dal 17 maggio al 7 luglio, tra i grandi eventi organizzati sul territorio nazionale per i 150 anni del CAI. Ospitata a Villa Pomini in via don Luigi Testori, la rassegna si è inaugurata sabato 3 maggio in un clima particolarmente festoso con la collaborazione di altre associazioni che hanno risposto con entusiasmo all’invito, fra cui l’Associazione Culturale Il Prisma, gli Amici dell’Arte e la scuola di musica Città di Castellanza con i suoi giovani musicisti.

L’ingresso è libero. Orari di apertura: martedì-giovedì-sabato dalle ore 16 alle ore 19 – domenica dalle ore 10 alle ore 12.30 e dalle ore 16 alle ore 19. Per informazioni: Ufficio Cultura – Città di Castellanza – tel. 0331526263 – e-mail: cultura@comune.castellanza.va.it La mostra è organizzata dalla Sezione di Castellanza e dall’Assessorato alla Cultura della Città di Castellanza con il sostegno della Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus e la BCC – Banca di Credito Cooperativo di Busto Garolfo e Buguggiate.

La rassegna, di grande impatto visivo e di contenuti, occupa tutti gli spazi espositivi di Villa Pomini sia per le dimensioni che per la quantità del materiale esposto. L’esposizione, di proprietà del Club Alpino Italiano Sezione di Milano, è una rassegna di immagini dedicate alle montagne della Lombardia in una sorta di racconto dello sviluppo dell’alpinismo dall’Ottocento a oggi. La mostra non ha solo una valenza alpinistica, ma lascia spazio alle tradizioni delle località alpine, delle popolazioni che vivono nelle “terre alte” e del loro rapporto con le realtà delle città di pianura, presentando tutti gli aspetti della montagna.

Il Club Alpino Italiano di Castellanza ripropone la mostra con l’intento di accompagnare il visitatore lungo un sentiero nel quale potrà rivivere la storia dell’alpinismo e della frequentazione più comune della montagna: un ambiente dai molteplici aspetti nel quale si fondono attività intellettuali, attività fisiche e sportive in un ambiente che crea occasioni di socialità.

La mostra a Villa Pomini è una parte delle attività che il CAI di Castellanza, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura, presenterà durante il mese di maggio: nel contesto più ampio della rassegna dedicata alla montagna verranno, infatti, proposte tre occasioni di incontro con i cittadini, “Le conferenze della mostra”, ovvero, un ciclo di tre incontri che tratteranno esclusivamente i temi relativi all’alpinismo. Le tre serate, che si terranno per alle ore 21 alla LIUC di Castellanza o e a Villa Pomini, vedranno la presenza fra gli altri dei Ragni di Lecco che presenteranno lo “spettacolo” delle loro avventure accompagnati, nel racconto e nelle immagini, da un sottofondo di musica live. Non solo imprese e racconti di montagna nelle serate organizzate dal CAI, ma anche tematiche quali la spiritualità e l’arte, ispirate talvolta dall’ambiente alpino .

Il calendario delle serate è così articolato: venerdì 9 maggio ore 21 alla LIUC l’appuntamento sarà con i Ragni di Lecco; giovedì 15 maggio ore 21 a Villa Pomini conferenza “La montagna e il sacro” con il biblista don Massimiliano Scandroglio; venerdì 23 maggio alle ore 21 a Villa Pomini conferenza “La montagna nella pittura di tutti i tempi” con la storica dell’arte Simona Bartolena.

2 thoughts on “Montagna in festa. A Castellanza successo per la mostra “La Lombardia e le Alpi”

Commenta la notizia.