Quater pass a Milano in centro e nei dintorni. Il trekking urbano fa tendenza

Percorso Walk-MIQuater pass in Galeria era nel dopoguerra un modo per ritrovarsi a Milano in centro, per “ciciara’ un cicinin” dopo aver sorseggiato un alcolicissimo bitter e sgranocchiato qualche seme di zucca. Era, questo, anche il titolo di una famosa trasmissione radiofonica.

Adesso i quattro passi si sono moltiplicati così come le proposte e gli itinerari per andarsene pedibus calcantibus per le vie del centro o per le campagne circostanti tra i sambuchi fioriti e i pioppeti che spargono per l’aria i loro “pappi” tanto sgraditi a chi soffre di allergie.

Camminare in città sta diventando una tendenza, o meglio un vizio contagioso? Perfino il Cai a quanto pare rinuncia provvisoriamente a salire dove osano le aquile per proporre ai soci l’iniziativa “Camminare insieme a Milano”.

Lo scopo? Riscoprire la città e svolgere un’attività fisica salutare. Ogni giovedì dalle19 alle 21, non solo i soci, ma tutti i cittadini sono invitati a partecipare gratuitamente a queste camminate lungo percorsi definiti dalla Sezione di Milano per famiglie e persone di ogni età.

Gli appuntamenti sono così fissati: 8 maggio: “Piazze verdi” (partenza e arrivo: piazza Sant’Agostino 1); 15 maggio: “Alberi & grattacieli” (partenza e arrivo: piazza Repubblica angolo via Castaldi); 22 maggio: “Vie d’acqua”(partenza e arrivo: piazza Sant’Agostino 1); 29 maggio: “Ricchezze nascoste” (partenza e arrivo: piazza Repubblica angolo via Castaldi). E attenzione. Prima della partenza per le camminate cittadine, un’infermiera del Centro Medico Santagostino, che organizza l’iniziativa, è a disposizione dei partecipanti per effettuare gratuitamente alcuni esami di monitoraggio del livello di salute (peso, pressione, glicemia, ossigenazione del sangue).

Per partecipare occorre compilare il modulo da scaricare su:
www.cmsantagostino.it/cammimiamo o telefonando allo 02. 89701701/702

Dal Comune viene invece l’invito a partecipare a istruttive camminate nella Milano romana. Il progetto si chiama “WalkMi – Milano cammina”.  Si cammina seguendo nuove mappe, targhe e segnaletica a terra per riscoprire la città antica. Nove sono le tappe. Dice Ada Lucia De Cesaris, vicesindaco: “Vogliamo far conoscere Milano, mettere in rete il suo patrimonio artistico e culturale. In questo progetto è importante raccontare anche la storia dei luoghi”. Il percorso sperimentale parte da via San Giovanni sul Muro e va fino a San Lorenzo, famosa per le colonne.

L’iniziativa è realizzata da Palazzo Marino in collaborazione con il Civico Museo Archeologico, con un contributo della Regione e la partecipazione del Consiglio di Zona 1. Sono previsti anche importanti lavori di recupero nell’area della città antica, che potrà rinascere grazie al restauro conservativo dei resti romani e a un significativo intervento di riqualificazione del comparto di via Brisa.

Novità: lungo il percorso sperimentale da Cairoli a San Lorenzo c’è una nuova segnaletica a terra: 35 “bolli” rossi da 30 cm di diametro guidano milanesi e turisti alla scoperta dei resti archeologici visibili nelle immediate vicinanze, con l’indicazione della destinazione finale e del tempo necessario per raggiungerla a piedi.

Infine, la verdeggiante campagna della “Via Lattea” nelle campagne a est si può percorrere a piedi, in bicicletta o in barca sul Naviglio della Martesana. In questo caso la “Via lattea”, nel senso lattiero caseario del termine, non è il comprensorio sciistico piemontese che sappiamo, bensì un progetto quinquennale organizzato dal Fai, Fondo ambiente italiano, insieme con Expo 2015 e proprio tra un anno conta di raggiungere il suo apice con quindici tragitti ciclo-pedonali “in nome della riscoperta di quell’alimento, la terra, che, nonostante la rivoluzione industriale, l’urbanizzazione e il progresso mediatico, non smette mai d’essere il principale sostentamento dell’uomo”. “Stelle e stalle lungo il Naviglio della Martesana” è l’itinerario proposto l’11 maggio dal Fai. La partenza è alla fermata di Cernusco sul Naviglio della linea MM2, cominciando proprio dall’Osservatorio astronomico nel boschetto della Martesana, dove si può ammirare la vera Via Lattea celeste. Per procedere poi attraverso le “Ville della Delizia”, il parco dei Germani, passando cascine e campi coltivati, fino a Gorgonzola con visita al mercatino agricolo. Tappa finale alla cascina Mugnaga.

“La cintura verde intorno a Milano” è il circuito previsto al Fai per il 18 maggio in bicicletta o a piedi attraverso distese verdi, aeree agricole e oasi protette tra il Naviglio Grande e il canale Villoresi. In vista di Expo il Fondo ambiente auspica che questa zona venga tutelata e valorizzata, e come non dargli ragione! Gli altri due appuntamenti sono per il 21 e il 28 settembre con “Le mille anime di un monastero. Intorno al monastero di Torba” e “Le terre dei Gonzaga. Isola Dovarese e il parco Oglio Sud”.

Buone camminate.

Ser

Nella foto qui sopra il logo di WalkMi – Milano cammina. Nella home page un cartello in corso Magenta rivolto ai trekker urbani (ph. R. Serafin)

Commenta la notizia.