Solo per escursionisti esperti. Inaugurato il Sentiero Bonatti

Sentiero Bon, logoIl 4 ottobre 2014, giorno di San Francesco, alla frazione Monastero di Dubino (SO) è stato inaugurato il sentiero Walter Bonatti. Una pre-inaugurazione si era tenuta il 9 agosto presso l’accogliente bivacco Primalpe, il principale punto di appoggio della lunga traversata, ma è stato sabato 4 ottobre che l’opera ha avuto il suo battesimo ufficiale.

La madre è la Pro-Loco del piccolo comune della Bassa Valtellina, e il padre è il CAI di Novate Mezzola e Verceia; padrini e madrine i volontari delle due organizzazioni che hanno realizzato di questo bel trekking che inizia proprio presso la casa dove Walter visse per molti anni con la compagna Rossana Podestà. I volontari hanno disegnato un percorso per Escursionisti Esperti – oltre 25 Km di sviluppo e 3000 metri di dislivello in salita – tra la bassa Valtellina, la val dei Ratti e la Val Masino, attraverso i territori di cinque Comuni: Dubino, Cino, Verceia, Novate Mezzola e Valmasino

Partendo da Monastero (m 290), il tracciato – sempre ben segnato – sale al Monte Bassetta (m 1730), passa dal bivacco Primalpia (m 1980, sempre aperto) per poi transitare sulla Bocchetta del Calvo (m 2740) e quindi scendere al rifugio Omio (m 2100) e di qui ai Bagni del Masino (m.1150).

Un’escursione decisamente impegnativa, ma in una zona molto bella e poco frequentata, coerente con lo spirito di esplorazione tipico del grande alpinista e scrittore. Un trekking intelligente e originale non lontano da Milano e che merita di essere percorso, preferibilmente nella mezza stagione.

Valle dei Ratti dall'elicottero copia
La valle dei Ratti. in primo piano, dall’elicottero (ph. Serafin/MountCity)

Il sentiero si può percorrere – con meno salita – in senso opposto, cioè partendo dai Bagni del Masino e finendo a Monastero: così hanno fatto gli Skyrunners che hanno inaugurato la traversata, accolti all’arrivo dalle Autorità civili – il giovane sindaco di Dubino Emanuele Nonini, che presto attribuirà a Bonatti la cittadinanza onoraria e il neo presidente della Provincia Luca Della Bitta – e religiose – il parroco don Giorgio e dai locali, alcuni dei quali con gli abiti tradizionali.

Il clima della festa era molto simpatico e genuino, negli angoli caratteristici dell’ex-monastero, oggi abitazione privata. Esposizioni e proiezioni di fotografie dei punti più significativi del sentiero, immagini e citazioni del grande Walter, un buffet con molti prodotti artigianali, il tutto mescolato ai commenti della gente di Dubino che ricorda con affetto un uomo eccezionale, ma semplice ed alla mano.

Lorenzo Dotti

Una descrizione del Sentiero Bonatti con le varianti si trova qui: http://www.paesidivaltellina.it/sentierobonatti/index.htm

Commenta la notizia.