Montagna, avventure e viaggi alla rassegna BookCity

logo-bookcityDai ghiacciai della Groenlandia alla Grande Guerra sulle montagne, dal trekking biblico in Galilea all’Amazzonia degli indios yanomani, dal centocinquantennale del Cai all’ultimo viaggio di Scott in Antartide, dalle grandi salite in bici sulle strade della Lombardia ai viaggi avventurosi di Alfonso Vinci. Nel fitto programma di BookCity, a Milano dal 13 al 16 novembre 2014, largo spazio è lasciato agli incontri con alpinisti, viaggiatori, esperti dell’ambiente naturale. Proviamo a elencare in ordine cronologico gli appuntamenti più interessanti rimandando comunque al funzionale sito di questa manifestazione di tre giorni (più uno dedicato alle scuole), durante i quali vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte e biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo. BookCity Milano è un’iniziativa voluta dal Comune di Milano e dal Comitato promotore (Fondazione Rizzoli “Corriere della Sera”, Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Fondazione Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri), a cui si sono affiancati la Camera di Commercio di Milano e l’AIE (Associazione Italiana Editori), in collaborazione con l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) e l’ALI (Associazione Librai Italiani).

  • Marcarini
    Albano Marcarini

    14 novembre ore 18:30 presso la Libreria “Monti in città”, via Monte Nero 15: Metti una bici in salita. Con Riccardo Barlaam, Albano Marcarini. Presentazione dei volumi “Tutte le salite del mondo” di Riccardo Barlaam e “Alti passi, grandi salite” di Albano Marcarini. Gli autori partono da due presupposti diversi per parlare dello stesso argomento: la passione dell’andare in bicicletta in salita, dell’affrontare la montagna da vicino, dello spingersi oltre i propri confini, lottando contro se stessi. Giornalista de Il Sole 24 Ore, Barlaam racconta le imprese e la fatica, la felicità e la volontà di intraprendere gare ai limiti; l’urbanista Marcarini narra e illustra con diverse foto le più belle sfide ciclistiche sulle salite nelle Alpi di Lombardia, Grigioni e Canton Ticino.

  • Dalla Libera copia
    Maurizio Dalla Libera

    14 novembre ore 21 Cai Milano via Duccio di Boninsegna 21/23: Montagna da vivere, montagna da conoscere. Con Lorenzo Maritan, consigliere centrale Cai e coordinatore editoriale dell’opera; Maurizio Dalla Libera, presidente della Commissione Nazionale Scuole di Alpinismo e Scialpinismo Cai; Marco Balbi, presidente Società Storica Guerra Bianca; Matteo Serafin, giornalista e storico di montagna. Il Club Alpino Italiano (CAI) ha festeggiato nel 2013 i 150 anni dalla fondazione presentando questo volume che racchiude in 28 capitoli, a cura dei vari appartenenti agli Organi tecnici del sodalizio i valori, le indicazioni e le informazioni necessarie per fruire in sicurezza e con armonia con l’ambiente di uno dei più maestosi fenomeni della natura, la montagna. A sua volta la Libreria Militare, in occasione del 100° anniversario della Grande Guerra, promuovendo la lettura del volume favorisce un avvicinamento sicuro, ecocompatibile e storicamente rispettoso ai luoghi e alle memorie della guerra in montagna.
    15 novembre ore 11.30 Museo Civico di Storia Naturale, corso Venezia 55: Groenlandia: una vita tra i ghiacci. Con Robert Peroni, Francesco Casolo, Marzio G. Mian. Peroni, l’esploratore altoatesino che trent’anni fa si è trasferito a vivere tra gli inuit, torna a parlarci del suo mondo. A queste storie, piene di incanto e rispetto per un popolo tanto diverso, Peroni intreccia i ricordi della prima volta in cui ha scoperto l’altopiano groenlandese, i fiordi, gli iceberg e i colori del ghiaccio. E ci spinge a riflettere su una domanda tanto semplice quanto essenziale: qual è il luogo a cui sentiamo di appartenere?

  • 15 novembre ore 12.30 Palazzo Cusani, Sala Radetzky, via Brera 15: La montagna disincantata. Con Enrico Camanni, Marco Albino Ferrari. La sfida all’ignoto, il superamento del limite, l‘impresa memorabile. Questo il codice della montagna e di ogni grande esplorazione. Ma poi un giorno la montagna diventa teatro di una guerra terribile e la sfida più grande è rimanere essere umani pur essendo nemici. In questa occasione Capanni presenta “Il fuoco e il gelo. La Grande Guerra sulle montagne” (Laterza) e Ferrari “Le prime albe del mondo. Viaggi, esplorazioni, scalate” (Laterza)
  • 15 novembre, ore 15, Museo Civico di Storia Natrurale, corso Venezia 55: Scott in Antartide: l’ultimo viaggio. Con Maria Pia Casarini, Andrea Gentile, Filippo Tuena. È dalla storica edizione Treves del 1913 che non si offre al lettore italiano la versione integrale (qui presentata col ripristino dei tagli censori) del diario che il capitano Robert Scott tenne durante la sua ultima e tragica spedizione antartica del 1910-1913, la Terra Nova. Il diario dà conto del viaggio di avvicinamento, dell’anno di preparativi, della marcia verso il polo Sud e del tragico ritorno dell’equipaggio. Una grande storia quella presentata nel volume “L’ultima spedizione” (Nutrimenti edizioni) per un evento unico, arricchito dalla proiezione dei filmati originali dell’epoca.
  • 15 novembre, ore 16 Libreria TerraSanta via Gherardini 2: Trekking Biblico in Galilea: racconti e Immagini. L’incontro è dedicato agli appassionati di trekking e pellegrinaggi a piedi. L’autore della guida “Da Nazaret a Cafarnao” presenta l’itinerario di questo cammino che – in 11 tappe – ripercorre idealmente i passi di Gesù. Sono inoltre proiettate le immagini del trekking in Galilea guidato dall’autore Sergio Rotasperti (Ed. terra Santa) nel settembre 2014, con interventi di chi ha preso parte al pellegrinaggio a piedi e racconta la propria esperienza di cammino. Libro: “Da Nazaret a Cafarnao” di Sergio Rotasperti (Ed. Terra Santa)
  • 15 novembre, ore 18:00, Libreria Monti in città, viale Monte Nero 15: Milano dove Alpi occidentali e orientali si incontrano: il territorio alpino raccontato attraverso gli aromi del vino e le pagine dei suoi autori. Degustazione di vini e prodotti tipici con Aimé Maquignaz, scrittore, e Roberto Chiodini, sommelier.
  • Perlotto con indio copia
    Franco Perlotto 

    16 novembre ore 14:00 Castello Sforzesco, Sale Panoramiche, piazza Castello: Amazzonia: da Alfonso Vinci a Simon Bolivar. Storie di esplorazioni, diamanti e rivoluzioni. Con Luisa Mandrino e Franco Perlotto. Alfonso Vinci, protagonista del romanzo “Vivere come se si fosse eterni”,  scritto da Luisa Mandrino, è un alpinista, esploratore  e geologo – realmente esistito, vissuto negli anni ’50 – laureato in filosofia e tra i primi ad avventurarsi lungo i fiumi selvaggi della Guayana. Dopo aver scoperto la più ricca miniera di diamanti del Venezuela, si dedicò alla conoscenza di tribù  isolate, che non erano mai venute a contatto con la civiltà occidentale, gli indios Yanomami.  E in mezzo agli indigeni dell’Amazzonia si trova anche Urimàn, il protagonista del romanzo “Indio” di Franco Perlotto. Una storia di insurrezione spontanea e verticale, il racconto di un sogno che, negli anni ’70, segnò cuori e menti: quello della costruzione di una meravigliosa nazione indigena, finalmente libera. È una storia che trae spunto da fatti realmente accaduti ma con il sapore della spy story a più piani e con mille snodi. Scenario variegato in cui domina il verde della Gran Sabana. Luisa Mandrino, ha studiato all’Accademia delle Belle Arti di Brera e al Centro Sperimentale di Cinematografia. Lavora come sceneggiatrice e autrice di testi per format televisivi, per il web e per il teatro. Franco Perlotto, giornalista e guida alpina, ha scalato alcune migliaia di montagne. Ha vissuto con gli indios Yanomami nella foresta brasiliana e ha coordinato un programma del Ministero degli Esteri contro gli incendi forestali in Amazzonia.

Il programma completo su http://www.bookcitymilano.it/eventi

Commenta la notizia.