Un anno in vetta… ai nostri sogni. Ecco gli eventi tra zero e ottomila del 2015. Possibilmente da non perdere!

Cervino su vetrataMountCity punta la sua ideale webcam sul 2015 cercando di mettere a fuoco alcuni degli eventi tra zero e ottomila che richiameranno senz’altro l’attenzione di tutti noi appassionati di montagna. A cominciare dalle celebrazioni per i 150 anni della prima scalata al Cervino (tra i summiter della Gran Becca figura anche un certo Walter Bonatti che mezzo secolo fa concluse la sua carriera alpinistica scalando per primo in solitaria invernale la parete nord…). Ecco dunque a voi, cari amici, tutto quanto è dato sapere per noi comuni montanari di città. Con l’invito a seguirci anche nel 2015 e la speranza, per quanto ci riguarda, di essere sempre all’altezza delle vostre aspettative.

  • Quale volontariato?. Due importanti eventi segnano la vita del Club Alpino Italiano nel 2015. Domenica 31 maggio a Sanremo si tiene l’Assemblea Nazionale dei Delegati. Firenze ospita invece sabato 31 ottobre e domenica 1°novembre il 100° Congresso nazionale sul tema “Quale volontariato per il CAI del domani?
  • BanffBanff festival, adrenalina assicurata. Il Banff Mountain Film Festival World Tour (BMFF WT) torna in Italia per la sua 3a edizione
Il tour 2015 aggiunge al calendario 6 nuove città e i biglietti sono già acquistabili sul sito www.banff.it al prezzo di prevendita di 14€. Prima tappa è Torino, martedì 24 febbraio al cinema Massimo, in collaborazione con il Museo del Cinema e in occasione delle celebrazioni di Torino Capitale Europea dello Sport 2015; il tour  continua poi per un totale di 18 tappe in altrettante città.
 Il BMFF è un concentrato di emozionanti e coinvolgenti corto e mediometraggi, con immagini spettacolari di imprese alpinistiche e sportive tra grandi spazi selvaggi e natura incontaminata (arrampicata, base-jumping canoa&kayak, freeride&freestyle, mountain bike, parapendio, speed-riding, sci&snowboard). Nella realizzazione dell’edizione 2015, il BMFF WT Italy è affiancato dagli sponsor Salewa, Enervit e Blade Runner Adventures e dai media partner La Gazzetta dello Sport, Radio Deejay, Planetmountain.comOutdoor Magazine.
  • Bonatti in mostra a MiloanoBonatti l’inoubliable. “Fotografie dai grandi spazi” s’intitola la mostra dedicata alle fotografie di Walter Bonatti, aperta al Palazzo della Ragione, piazza dei Mercanti 1, Milano, fino all’8 marzo. E’ promossa e prodotta dal Comune di Milano – Cultura, Palazzo della Ragione, Civita, Contrasto e GAmm Giunti, in collaborazione con l’archivio Bonatti. Le immagini testimoniano oltre 30 anni di viaggi alla scoperta dei luoghi meno conosciuti e più impervi della terra. L’indimenticabile Bonatti imparò a fotografare e a scrivere le proprie avventure con la stessa dedizione con cui s’impadronì dei segreti della montagna: grandissimo alpinista, spesso solitario, ha cercato sempre di trasmettere la conoscenza di luoghi estremi del nostro pianeta. Per i soci del Cai che presentano la tessera in corso di validità il biglietto di ingresso alla mostra ha il costo di 8,50 euro, invece di 10. http://www.caimilano.eu/
  • ExpoTempo di Expo. Nel 1906 l’Italia e Milano furono protagoniste dell’Esposizione Internazionale dedicata in quell’occasione ai trasporti, in omaggio all’apertura del traforo del Sempione. Quest’anno il tema dell’Expo 2015 (1° maggio – 31 ottobre) è “Nutrire il pianeta, energia per la vita”. L’evento è stato anticipato dalla mostra “La Lombardia e le Alpi” organizzata nel 2013 allo Spazio Oberdan proprio in vista dell’Expo. Una storia che viene da lontano quella raccontata con cimeli e immagini, da quando nel quindicesimo secolo Leonardo da Vinci, munito di matite e acquerelli, saliva tra le guglie del Duomo per raffigurare il meraviglioso skyline che Milano offre con le sue montagne nelle giornate serene. Una nuova versione aggiornata della bella rassegna risulta in preparazione. Intanto dal 4 all’11 giugno all’interno e all’esterno dell’area fieristica è annunciata la Mountain Week affidata alla Conferenza delle Alpi che è l’organo politico decisionale della Convenzione delle Alpi a cui aderiscono otto paesi alpini (Italia, Austria, Francia, Germania, Liechtenstein, Principato di Monaco, Slovenia e Svizzera) e l’Ue. http://www.alpconv.org/it/organization/presidency/expo2015/default.html
  • Grand HotelLe montagne di “Grand Hôtel”. Merita un viaggio a Torino la mostra “L’Italia di Grand Hôtel. Il sogno e la montagna” curata da Silvio Saffirio e visitabile fino al 19 aprile nelle sale del Museo Nazionale della Montagna del CAI-Torino al Monte dei Cappuccini. La rassegna riunisce oltre 70 copertine con soggetto montano alla scoperta dell’Italia postbellica di “Grand Hôtel”, una delle riviste più popolari del Secondo dopoguerra, settimanale lanciato nel 1946 da Alceo e Domenico Del Duca, proprietari delle Edizioni Universo. Sci, bastoncini, slitte, piccozze, scarponi e camicie a scacchi, che puntualmente compaiono anche sulle copertine di “Grand Hôtel”, si trasformano in simboli di un mondo di sogno. Le sciate domenicali, le comitive organizzate, le serate al calore della fiamma, col necessario complemento di cori, animano quella gioventù desiderosa di vita, uscita dai rifugi antiaerei, dagli incubi del grande conflitto e dalla stretta della fame. Un volume, edito dal Museo Nazionale della Montagna nella collana Cahier – 96 pagine, illustrazioni a colori, in vendita a 15 euro, riunisce tutti i pezzi della mostra.
  • Sportivambiente in Val d’Ossola. Il circuito “Aree protette Ossola – sportivAmbiente” è un inedito matrimonio fra sport invernali e aree protette per far conoscere ai giovani i parchi Antrona, Devero e Veglia, che devono essere vissuti e non considerati come patrimonio da non toccare; le manifestazioni sportive sono un mezzo per ottenere questo obiettivo. La collaborazione tra FISI VCO e l’Ente di gestione delle Aree Protette dell’Ossola è una novità che vakle la pena di segnalare. Nel calendario dello sci nordico segnarsi queste date: 11 gennaio Formazza, 18 gennaio Cunardo, 24 gennaio Santa Maria Maggiore, 1° febbraio Brinzio, 8 febbraio Ceppo Morelli. Per lo sci alpino invece le date sono le seguenti: 5 gennaio Formazza, 11 gennaio Macugnaga, 17 gennaio Formazza, 18 gennaio Domobianca, 25 gennaio Domobianca, 1° febbraio Macugnaga, 8 febbraio Pian di Sole, 14 febbraio Piana di Vigezzo, 21, 24 e 25 febbraio San Domenico, 1° marzo Domobianca, 21 marzo Domobianca, 22 marzo Alpe Devero e conclusione, con premiazioni finali, il 29 marzo all’Alpe Devero. Info: http://www.areeprotetteossola.it/en/
  • MellobloccoL’adunata dei sassisti in Val di Mello. L’arrampicata, e in particolare quella sui massi alti pochi metri, meglio nota come bouldering o sassismo, è in enorme crescita, nel mondo come in Italia. Il numero dei praticanti è in continuo costante aumento. La testimonianza di questo trend positivo è confermato dall’espansione del mercato degli articoli tecnici (scarpette, materassi, ecc.), di quello dell’editoria di settore e dall’impressionante numero dei partecipanti alla manifestazione Melloblocco®. Appuntamento da non perdere per gli amanti del bouldering, il meeting si svolge dal 30 aprile al 3 maggio in Val Masino e Val di Mello. Le preiscrizioni on-line sono attive dal 15 gennaio (www.melloblocco.it)
  • Trentofilmfestival, 63° edizione. Trento ospita dal 30 aprile al 10 maggio la sessantatreesima edizione del TrentoFilmfestival dedicato alla montagna, ai viaggi, all’esplorazione, all’avventura. Certa risulta una spettacolare anteprima delle celebrazioni per i 150 della prima scalata al Cervino (vedere qui sotto). Numerose le occasioni d’incontro. Da non perdere l’annesso salone Montagnalibri. http://trentofestival.it/
  • Cervino 150Cervino superstar. Centocinquant’anni fa, il 14 luglio 1865, l’inglese Edward Whymper raggiungeva per primo la vetta del Cervino con Francis Douglas, Charles Hudson, D.R. Hadow e le guide Michel Croz e Peter Taugwalder padre e figlio. La morte in discesa di Douglas, Hadow, Croz e Hudson diede all’impresa una grossa risonanza. Questa estate l’evento richiamerà a Cervinia e a Zermatt centinaia di summiter della Gran Becca, teatro di un secolo e mezzo di avventure tra le quali, memorabile, quella nel 1965 di Walter Bonatti salito per primo in solitaria e in invernale lungo la parete nord.

Commenta la notizia.