Vieni a fare dry tooling con Angelika Rainer

Un’occasione da non perdere per gli appassionati di arrampicata su ghiaccio. Mercoledì 11 febbraio 2015 alle ore 19, la campionessa mondiale di ice climbing Angelika Reiner invita a provare con lei il dry-tooling, la scalata in piolet traction “a secco”, su pareti non ghiacciate e, in questo caso, artificiali. L’appuntamento è al Rock Spot (Milano Nord-Ovest), una delle più frequentate palestre milanesi di arrampicata. Angelika (Merano, 18 ottobre 1986) partecipa da tempo alle competizioni di arrampicata su ghiaccio, pratica l’arrampicata in falesia, il bouldering, le vie lunghe multipitch, il dry-tooling. Ha già vinto tre Campionati del mondo consecutivi, nel 2009, 2011 e 2013, altri ha tutta l’intenzione di vincerne.
Fra i suoi trofei va annoverata la Coppa Italia di dry tooling nel 2005, la Coppa Italia di arrampicata su ghiaccio (detta anche Alpin Cup) nel 2007, 2008 e 2009 e la Coppa Italia Lead di arrampicata nel 2007. A livello internazionale ha vinto tre edizioni del Campionato del mondo di arrampicata su ghiaccio consecutive: nel 2009 a Saas-Fee in Svizzera, nel 2011 a Busteni in Romania e nel 2013 a Cheongsong in Corea del Sud.
Nella recente tappa francese della Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio, Angelica ha dominato con il coreano Park HeeYong, entrambi vincenti dopo il secondo posto del campionato Mondiale della precedente settimana a Rabenstein, in val Passiria. E l’escalation di Angelika continua.

Rainer_Angelika_Shin_WoonSeon_Klingler_Petra_WCh_Rabenstein_Lead_Women_01_02_2014
Angelika Rainer (a sinistra) sul podio in Val Passiria.

E’ salita per la seconda volta in questa stagione sul gradino più alto della Coppa del Mondo di arrampicata su ghiaccio, ovvero la Ice Climbing World Cup presented by The North Face.

“La struttura di Champagny, in Francia, dove ho gareggiato”, ha commentato la Rainer, “è bellissima, con molto ghiaccio strapiombante, dove mi trovo sempre a mio agio e dove riesco a esprimere il meglio di me. Era l’unico posto dove non avevo ancora vinto”, ha aggiunto, “e oggi sono contentissima di questa nuova vittoria”.
Con questo exploit la Rainer è balzata in testa alla classifica generale di Coppa del Mondo, pur avendo disputato una tappa in meno delle altre atlete (non ha partecipato alla coppa del mondo in Corea, in quanto in quei giorni era impegnata negli USA, dove ha vinto il master internazionale di Ouray).

http://www.rockspot.it

Commenta la notizia.