Nuovi contenuti e strategie europee per le Alpi, grazie alla capacità dei giovani di muoversi in maniera virtuosa fra identità locale e scambio interculturale

150319-YPACgeneral-assembly-c-Tabea-Tandler-press-group-ypacE’ in mano ai giovani il destino delle Alpi, così si legge nel comunicato di Cipra Internazionale che riferisce della riunione plenaria dell’YPAC, il Parlamento dei giovani per la Convenzione delle Alpi, che dal 16 al 20 marzo 2015, si è riunito a Kamnik, in Slovenia. Nato nel 2006 per initiative dell’Akademisches Gymnasium di Innsbruck… l’YPAC vuole far sì che gli studenti delle regioni alpine si incontrino per proporre e discutere proposte sostenibili per lo sviluppo delle regioni alpine.

Il tema di quest’anno, «Le mie Alpi verdi – Servizi ecosistemici in un’epoca di cambiamenti climatici», è stato tenuto a battesimo dal progetto internazionale recharge.green, che punta a conciliare la protezione della natura con la produzione di energie rinnovabili. Il progetto è cofinanziato dall’UE nell’ambito del programma Apine Space. I partner sloveni di recharge.green hanno affiancato i giovani politici (tra i 16 e i 19 anni) nella veste di esperti. CIPRA, partner sia di recharge.green che dell’YPAC, ha svolto il lavoro di comunicazione e ha accompagnato lo scambio con rappresentanti della politica e del Segretariato permanente della Convenzione delle Alpi.

L’impegno dei giovani è stato onorato dalla politica: Milan Brglez, Presidente del Parlamento sloveno a Lubljana, dove ha avuto luogo il dibattito finale, ha ribadito: «Il Parlamento dei giovani per la Convenzione delle Alpi è la testimonianza incoraggiante che i giovani sono consapevoli del loro spazio di vita e che si assumono la responsabilità per il loro futuro.»  Cassiano Luminati, Presidente della regione svizzera Valposchiavo ha parimenti dichiarato che l’Europa ha bisogno di questi giovani cittadini delle Alpi che si muovono in maniera virtuosa nella dialettica fra identità locale e scambio interculturale. Essi possono fornire un contributo importante per riempire di contenuti la strategia europea per le Alpi in via di definizione.

Una richiesta centrale dei giovani prevede di attribuire un maggior peso alla sensibilizzazione. Occorre sensibilizzare maggiormente gli abitanti delle Alpi sull’immenso valore degli spazi naturali e sul loro «patrimonio culturale», e il  20 e 21 maggio 2015 i partecipanti all’YPAC potranno misurare l’impatto che queste idee hanno sugli esperti: in quell’occasione avranno la possibilità di presentare questi contenuti al convegno finale di recharge.green a Sonthofen, in Germania.

Maggiori informazioni: http://www.ypac.eu/press, http://www.recharge-green.eu/infoservice-2/media-information/, www.ypac.eu/resolutions

Concisa, essenziale, estesa a tutto l’arco alpino la newsletter alpMedia rappresenta uno sguardo attento e a 360° sulle Alpi. Ogni mese una raccolta di notizie e un una rassegna di manifestazioni selezionate, un intervento politico della CIPRA e una pillola di ironia. AlpMedia è pubblicata in italiano, tedesco, francese e sloveno e ogni due mesi viene pubblicata una sintesi in inglese. Con oltre 27.000 abbonati è una delle più lette newsletter alpine.

Commenta la notizia.