Emergenza Nepal. Nella macchina degli aiuti internazionali s’inserisce l’organizzazione milanese Focus Himalaya Travel

Logo-FocusLa macchina degli aiuti internazionali al Nepal, dove le spedizioni all’Everest stanno per ricominciare per decisione del governo (Afp), si sta muovendo. In queste ore arrivano tende, cibo, acqua e sapone. Tutte cose basilari per sopravvivere. Per ciò che può contare, in questo sito abbiamo partecipato a questa corsa disperata segnalando alcune fra le tante iniziative degli amici italiani. Ecco ora quanto comunica l’organizzazione milanese Focus Himalaya Travel che supporta settimanalmente la newsletter di MountCity.

Nepal
Le spedizioni all’Everest riprendono alla metà del mese di maggio. Dell’annuncio del governo nepalese dà notizia l’agenzia France Press.

E’ arrivato il momento di contraccambiare!

E’ da più di trent’anni che collaboriamo con il Nepal e la sua incredibile gente. Ci hanno dato tanto e chi ha camminato per i sentieri di questa nazione sa che l’ospitalità viene prima di tutto…

Siamo in contatto con un amico che proviene dalla zona del Langtang (una delle zone maggiormente colpite dal terremoto di sabato) dove il suo villaggio è stato letteralmente raso al suolo. Lui ha perso la sua casa e ci ha fatto sapere che mancano tutti i generi di prima necessità.

Nel nostro piccolo, e con l’aiuto di Geologos sin Fronteras-Italia ONLUS (www.gsfonlus.org), con cui collaboriamo da anni per i nostri itinerari di turismo sostenibile, vorremmo portare un aiuto tangibile direttamente sul posto fornendo fin da subito materiale di prima necessità (per esempio filtri per l’acqua potabile).

In un secondo momento poi vorremmo pensare a un progetto di approvvigionamento idrico, seguendo le indicazioni della comunità e delle autorità locali, che identificheremo recandoci sul posto tra settembre e ottobre.

Attenendoci alla nostra filosofia dove il piccolo è meglio del grande, qui dobbiamo individuare e attuare interventi mirati a migliorare lo standard di vita di piccoli villaggi lontani da Kathmandu dove difficilmente le grandi organizzazioni arriveranno.

Per rendere questo possibile abbiamo bisogno del vostro aiuto. Con poco, se siamo in tanti, possiamo fare molto. Ci avete chiamato in tanti e potete aiutarci inviandoci un contributo alle seguenti coordinate bancarie:

Banca di Intesa / San Paolo, via Coni Zugna 62, Milano. IBAN  IT71 S030 6909 4576 1531 0036 249

A favore di: Focus World Services srl. Riferimento:  TERREMOTO NEPAL, NOME e COGNOME e EMAIL (facoltativa).

Potrete essere aggiornati sulla raccolta fondi, sui progetti e sullo stato di avanzamento dei lavori.

Se ci mettiamo tutti insieme daremo una grande mano a questo grande popolo.

Daniele Tonani e il team Focus

FOCUS World Services s.r.l. Corso C.Colombo, 10 – 20144 Milano – Tel. 02.89402052 – Fax 02.89402433.

 

Commenta la notizia.