Per mantenere i sentieri dell’Alta Valle Albano è in corso il 2° campus internazionale di volontariato

11919122_1049540621744229_4788425218679672713_nL’infaticabile Andrea Savonitto, gestore del rifugio Croce di Campo, è alle prese in questi giorni con la manutenzione dei sentieri sul versante Nord del Pizzo di Gino in Alta Valle Albano. Si tratta della seconda edizione di un Campus di volontariato internazionale,  frequentabile da chiunque da 16 a 90 anni, che si sta svolgendo in questi giorni con base al rifugio e che dal primo settembre proseguirà sul trekking dei Gaiuni. Per capire lo spirito dell’iniziativa riportiamo (per gentile concessione) il “ruvido” diario che Savonitto sta stilando in diretta e pubblicando sulla pagina  Facebook del rifugio Croce di Campo, interessante vetrina sulle iniziative che la vulcanica guida alpina ha intrapreso in questi anni per far conoscere un territorio poco noto al grande pubblico e anche in parte trascurato da un necessario intervento pubblico di valorizzazione.

———–

11892244_1050715498293408_7241207122622785638_n
Una veduta d’insieme dell’area interessata dall’intervento (ph. Chiara Mura)

Dal diario di bordo CAMPUS DI VOLONTARIATO 2015 “Sul Sentiero dei Gauni”

addì 26 agosto 2015

Giorno 0: Oggi nel pomeriggio abbiamo iniziato. La meteo è infame… e non invoglia ad esserci. Ma qualcosa da fare c’è sempre e noi (Chiara Mura, Tommaso Gimelli, Andrea Savonitto e Macchia) cominciamo… Speriamo, nei prossimi giorni, migliori il tempo e chi ha rinunciato ad esserci da subito ci ripensi. Ma per domani le speranze sembrano pochine. Domani in previsione 70mm d’acqua! :-p Approntiamo i materiali e cominciamo a realizzare qualche cartello ed un apposito palo di sostegno già fissato al recinto del rifugio… La Cara Moglie e il Sergio, dopo essere stati stracciati a Ping-pong, sono scesi nel tardo pomeriggio lasciandoci in balia degli elementi e della ” torta Propiziatoria ”

Giorno 1: Diluvio universale…ma qualcosina si è fatta lo stesso!! Un po’ di cartellonistica in opera al Rifugio e a San Nazzaro, con incontri faunistici nel bosco. Poi un raid fino a Porlezza ad acquistare broda per il decespugliatore e minuterie varie, e per scappare alla nube dell’Olimpo Gauno.. Una breve discussione amabile di ramazza, con le vacche entrate nel recinto ha condito la giornata!

Giorno 2: Meteo in miglioramento ma alla mattina ancora fraccico. Provato il decespugliatore per un tratto sull’invito del sentiero dei Gauni verso il Gino… Dopo aver approntato alcuni altri cartelli nel pomeriggio siamo scesi a risegnalare il sentiero da Coren. Le poche vacche caricate quest’anno sull’ alpeggio non sono riuscite a fare un granchè e l’erba è molto infestante. (Basta un anno di abbandono e l’alpe regredisce in modo devastante…). Intanto abbiamo ri-segnato poi converrà ritornare a dare una botta col tritatutto in alcune tratte infognate!

Giorno 3: Oggi siamo entrati nel bello. Sveglia all’alba e partenza “veloce” su per la costa delle Pianchette. Abbiamo raggiunto la poco nota Bocchetta del Pertus e siamo discesi segnalando le antiche tracce sul versante settentrionale in ALTA VALLE ALBANO, incrociando due cerve ed un cinghiale al seguito e arrivando alla giunzione tra il sentiero che discende dalla Bocchetta di Pianchette verso le Zocche e l’Alpe di Gin. Siamo rialiti segnando fino alla Bocchetta delle Pianchette, stanando una pernice. Siamo quindi ridiscesi sul versante meridionale a riguadagnare con un lungo diagonale la Costa delle Pianchette. In poche parole abbiamo fatto il periplo della Cima delle Pianchette. Percorso molto bello e selvaggio con molti spunti di interesse faunistico,naturalistico e paesaggistico. Nel pomeriggio ci apprestiamo a realizzare ancora qualche cartello da mettere in opera domani…

Andrea Savonitto

Il progetto raccontato in una video intervista a Savonitto

A11899853_1049268878438070_5478272753906044105_nlcuni partner dell’iniziativa:

Livia Baroni,

Luigi Dante Fulett,

Scuola Alto Lario,

LagodiComo Sostenibile,

Comune Di Carlazzo,

Pro Loco S. Bartolomeo,

CORO CAI DONGO,

Sara Vitali,

Comolakevent Comolakevent e Alto Lario

One thought on “Per mantenere i sentieri dell’Alta Valle Albano è in corso il 2° campus internazionale di volontariato

Commenta la notizia.