Al via il Milano Mountain Film Festival

Stanchi dei soliti film di montagna? Milano Mountain Film Festival, organizzato da Associazione Montagna Italia e Associazione Edelweiss, in collaborazione con varie associazioni milanesi fra cui Alt(r)i spazi, GAM e SEM, è l’unico Festival cinematografico milanese dedicato al cinema e alla cultura di montagna. La rassegna propone al Cinema Arca di Viale XII Marzo una serie di proiezioni originali e spettacolari, annunciando cinque serate di grande cinema e un evento teatrale finale.

Dodici sono i film selezionati. Per festeggiare l’evento, sabato 24 ottobre dalle ore 20.45, c’è stato un assaggio della rassegna con un’anteprima della kermesse al via da mercoledì 28. Lusinghiero il successo di pubblico, erano presenti per un saluto in apertura di serata Vincenzo Acri presidente dell’Associazione Edelweiss, Rossella Traversa presidente Commissione Cultura del Consiglio di Zona 4, Silvia Lorenzi soprano e fondatrice della Compagnia delle Chiavi, Roberto Gualdi presidente del festival.

Tre i titoli come introduzione: i mediometraggi “Sedna” (2014) di Laurent Jamet, girato sullo sfondo della Groenlandia, “L’inverno del vicino” di Pietro Bagnara, realizzato nel 2014 sulla parete delle Grigne, e “China Jam” (2014) di Evrard Wendenbaum.

Fra i film più interessanti, sulla carta perlomeno, “Maximum Quota. Là dove nascono le nuvole” di Paolo Cirelli in programma il 30 ottobre. Il protagonista è Paolo Venturini, ultra runner che tenta di raggiungere la cima del vulcano Chimborazo in Ecuador. Il resto lo trovate nel Programma. Nella foto un’immagine di speedriding, unione di sci e parapendio: ne parla il film “Riding 4000” di Michel Domaine (giovedì 29).

Vedere nella rubrica “Montagna e outdoor. Dove e quando” altri eventi di ottobre e novembre.

Commenta la notizia.