Sorrisi e musiche della Bolivia nel racconto di un maestro

La Bolivia con la sua gente, le sue feste e le sue musiche fa irruzione nelle sale del Museomontagna al Monte dei Cappuccini di Torino. Dal 26 novembre sono in mostra 100 artistiche foto scattate dal canadese Craig Richards nel 2014 e 2015 in occasione di due missioni di ricerca del museo. La rassegna “Bolivia. I luoghi della musica” si è aperta in anteprima al Banff Centre, Main Foyer Jeanne & Peter Lougheed Building dove rimane fino al 17 novembre: documenta la stretta interconnessione tra il paesaggio e la musica, quest’ultimo elemento ricorrente nel mondo rurale che permane anche nei grandi agglomerati urbani.

Craig Rochards
Craig Richards. 

Richards collabora da anni con il museo per il quale ha realizzato importanti servizi fotografici nelle montagne di tutto il mondo: dallo Yukon alle Montagne Rocciose Canadesi, dall’Alaska sulle tracce della corsa all’oro al massiccio del Ruwenzori in Uganda, dalla Repubblica Ceca alla Val Gardena dove ha immortalato l’artista Adolf Vallazza e le sue grandi sculture.

Particolarmente apprezzata è stata la sua mostra sul Klondike dei cercatori d’oro di fine Ottocento in cui comparivano tutti gli elementi che hanno creato il mito della corsa all’oro: le interminabili file di cercatori impegnati nella salita del Chilkoot Pass, la discesa delle rapide dei fiumi, gli scavi minerari, la nascita delle città pioniere e la vita quotidiana in difficili condizioni ambientali. La mostra viveva sul confronto tra le vecchie fotografie e quelle attuali di Richards.

Ora la mostra sulla Bolivia comprende, accanto alle immagini del maestro, anche testimonianze video fornite dalla Radio Telévision Popular della Bolivia.

www.museomontagna.org

Commenta la notizia.