Brescia Winter Film, sesta edizione. Appuntamento imperdibile per chi ha fame di neve e di natura

logo2015_NEWSono 21 i film, molti in anteprima italiana ed europea, del Brescia Winter Film, rassegna delle migliori produzioni nazionali e internazionali: un’occasione per vedere immagini e storie che, spesso, non arriverebbero altrimenti sui grandi schermi italiani. BWF_2015 è realizzato dall’Associazione Gente di Montagna con il supporto di AKU trekking & outdoor footwear e in collaborazione con Comune di Brescia, CAI Sezione di Brescia, Museo Diocesano di Brescia, Cinema Conca Verde Bergamo, Fondazione Brescia Musei/Nuovo Eden, Cariboo Patagonia Brescia, Zona Alpi/Malga in Città Brescia, Mysticfreeride.com, Mountcity.it, Yogaxrunner, Zafferano OLG, altitudini.it, 3 parentesi, Adventure Awards Days, Associazione il Capannone, Orobie.

La sesta edizione si apre giovedì 26 novembre alle ore 20.45 a Bergamo (cinema Conca Verde). A 
Brescia BWF è invece in programma al Cinema Nuovo Eden giovedì 3, 10 e 17 dicembre alle ore 20 con la collaborazione di Zona Alpi/ Malga in Città e a seguire proiezioni al Brescia Museo Diocesano domenica 6, 13 e 20 dicembre ore 16 (il biglietto di ingresso consente la visita gratuita al Museo) e al
Cinema Nuovo Eden domenica 20 dicembre alle ore 15 .

Paradise Waits che inaugura la rassegna racconta le storie dei migliori skier e snowboarder del mondo percorrendo l’Alaska, sopra metri di neve fresca, ma anche le montagne della Grecia, del Kosovo, del Giappone e tanti altri luoghi. Una doppia proiezione è programmata giovedì 26 novembre al Cinema Conca Verde di Bergamo ore 20.45 e poi al Cinema Nuovo Eden di Brescia, giovedì 3 dicembre con inizio alle ore 20.

A Brescia viene anche proiettato anche UnReal, spettacolare film dedicato alle biciclette e Above the Alley Beneath the sky di Dominic Gill, dove l’arrampicata va oltre la sfida con la roccia. Ospite in entrambe le occasioni il Team di Mysticfreeride.com.
 Giovedì 10 dicembre grande attesa per il nuovo film di Nick Waggoner, Jumbo Wild, dove neve, natura e grandi spazi americani sono protagonisti. Ci sarà anche One for the river: the vjosa story degli sloveni Nejc Miljak e Anze Osterman, che saranno presenti in sala: un viaggio sull’unico fiume europeo che (per ora) non è ostacolato da alcuna diga.

Terza serata al Nuovo Eden con tanto (altro) sci: giovedì 17 dicembre si comincia con l’avventura naif di Smog 2015 e poi l’anteprima spettacolare di Fade to Winter, con il protagonista Markus Eder a confrontarsi con Richard Felderer e il pubblico in sala. A fare da cornice i corti Underground e On Seven Eight, produzioni svedesi, l’italiano Baitax di Matteo Mocellin e i video francesi The simple machine e Tempeté sur anorak.

La seconda vocazione del BWF_2015 è quella di raccontare la vita in montagna, quella quotidiana, fatta di piccole conquiste, grandi fatiche: straordinarie storie di ordinarie persone che hanno scelto le terre alte. Quest’anno al Museo Diocesano di Brescia i temi legati alle terre alte sono raccontati in tre incontri nel monumentale Refettorio. Si comincia domenica 6 dicembre con il film di Roberto Zazzara Transumanza girato sulle antiche strade dell’Italia dei pastori nomadi a cui viene affiancato il video più politico della rassegna, Guerrilla Fighters of Kurdistan del bravo fotografo canadese Joey L. La domenica successiva, 13 dicembre, il pluripremiato film del regista svizzero Nick Brandestini Children of the Artic e domenica 20 dicembre un’altra produzione italiana, Enchikunye/tornando a casa, poesia dalle Alpi Marittime di Sandro Bozzolo farà coppia con il drammatico Overburden/the coal war dell’americano Chad Stevens. Al programma del Museo Diocesano vanno aggiunti i corti Lucens, dello svizzero svizzero Marc Barelli, The Dewberry Empire, animazione del giovane tedesco Christian Schlaeffer, e Cesare Lasen, figlio del San Mauro, una produzione di CoseNude Media Projects per AKU trekking & outdoor footwear.

Questa edizione del Brescia Winter Film presenta una novità: un appuntamento, in collaborazione con Piccolo Eden, tutto dedicato ai più giovani. 
Domenica 20 dicembre, con inizio alle 15, una proiezione speciale è infatti dedicata ai bambini che amano la natura, la fantasia e l’avventura: si tratta di Il bambino che scoprì il mondo, un film di animazione del brasiliano Alê Abreu, miglior film di animazione ad Annecy nel 2014.

APERITIVO AL CINEMA. Come lo scorso anno gli appuntamenti presso il Cinema Nuovo Eden di Brescia, nel cui foyer sono esposte foto di Matteo Mocellin, hanno inizio alle ore 20 con un aperitivo goloso in collaborazione con Zona Alpi/Malga in Città che propone abbinamenti tutti da scoprire tra formaggi profumati di grandissima qualità e buon vino.

ONE OF THE RIVER copia
“One of the river” è stato girato in Grecia e in Albania. Sopra il titolo un fotogramma di “Paradise Waits”.

Tutti i film. Proiezioni a Brescia, Pedavena e Riva Valdobbia

I film sono proiettati nelle tre sedi del Winter Film: quella principale di Brescia (Cinema Nuovo Eden e Museo Diocesano), quella orientale di Pedavena (Sala Guarnieri) da metà gennaio 2016 e quella occidentale di Riva Valdobbia (Teatro della Società di Mutuo Soccorso) in febbraio.
 Tutti i film sono in lingua originale con sottotitoli dove non indicato diversamente.

* ABOVE THE ALLEY, BENEATH THE SKY 24′ 2015 USA/BRA di Dominic Gill http://www.abovethealleyfilm.com/ Il film segue l’istruttore di arrampicata Andrew Lenz nel suo tentativo di costruire un programma di sensibilizzazione dell’arrampicata giovanile nella più grande baraccopoli del Brasile. Ogni lunedì i ragazzi si avventurano sulle pareti che dominano la favela. Durante la salita, sono in grado di guardare dall’alto in basso una comunità famosa per le droghe e le gang criminali.

BAITAX 6′ 2013 ITA di Matteo Mocellin. Musiche: Piccola Bottega Baltazar. Una vecchia baita costruita con le pietre ed il legno che compongono le pareti ed i boschi circostanti, messa in quello che una volta era un alpeggio vivo, pieno di suoni e di odori. Claudio ci va per trovare la natura, l’isolamento, un luogo dove staccare la mente e magari trovare la voglia di recuperare quel luogo.

CESARE LASEN, FIGLIO DEL SAN MAURO. 10’, 2015, ITA prodotto da AKU trekking & outdoor footwear. Il film racconta di un viaggio, fisico e interiore, che vede Cesare Lasen in cammino dal proprio paese (il paese ha il suo stesso cognome) verso il Cordin de le vette, un selvaggio percorso in alta quota. Lasen è stato il primo presidente del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e attualmente è membro della commissione scientifica della Fondazione Dolomiti Unesco.

* CHILDREN OF THE ARTIC 94′ 2015 CH di Nick Brandestini http://childrenofthearctic.com/ Un ritratto, lungo un anno intero, della vita dei giovani nativi di Barrow, Alaska, la comunità più a nord degli Stati Uniti. Per questi adolescenti crescere è diventato un po’ più complicato di quanto non lo fosse per i loro antenati che originariamente chiamavano questo luogo “Ukpiagvik” (“dove si caccia le civette delle nevi”).

* THE DEWBERRY EMPIRE 7′ 2013 GER di Christian Schlaeffer https://vimeo.com/64671747 Due bambini, sei e otto anni, un pomeriggio assolato e una natura che sembra essere solo per loro.

ENCHIKUNYE, RITORNO A CASA 35′ ITA 2015 di Sandro Bozzolo. Una giovane ragazza Maasai raggiunge una “bergera” (pastora di pecore) sugli alti alpeggi delle Alpi Marittime. Due donne lontane tra loro per colore della pelle, età anagrafica e lingua hanno vissuto insieme una stagione d’alpeggio, condividendo il duro lavoro, raccontandosi le loro storie. La montagna intorno a loro pare trasformarsi in un deserto verde in cui è possibile incontrare vite separate, legate insieme da un tempo ancestrale.

# FADE TO WINTER 60′ USA 2015 di MSP Production.
Girato e montato in 4K ad altissima definizione vuole raccontare lo sci come divertimento, allegria, leggerezza perché questo è ciò che tutti, dagli esordienti ai professionisti, ricercano sulle nevi. Un viaggio nel backcountry più vivo in Giappone, nel New England, in Alaska, e in Islanda. Un film che mette in mostra l’ardente spirito interiore di ogni sciatore che desidera, sempre, di uscire sulla neve. Tra i protagonisti: Markus Eder, Michelle Parker, Mark Abma, Tanner Rainville, Aaron Blunck, James Heim, Sean Jordan, PK Hunder, Alex Schlopy.

* GUERRILLA FIGHTERS OF KURDISTAN 32′ 2015 CAN/KUR di Joseph Anthony Lawrence http://www.joeyl.com/ Joey L. è un giovane ma affermato fotografo canadese che ha base in New York. Questo film ha cambiato il giovane che, più che ogni altra occasione fino, ha dovuto confrontarsi con il dolore e la morte. Nonostante ciò le immagini sullo schermo hanno una poesia che si contrappone fortemente alla drammaticità della storia.

* KARUN: MISADVENTURE ON IRAN’S LONGEST RIVER 55′ 2015 UK/IRAN di Rhys Thwaites-Jones prodotto da Tom Allen, Leon McCarron. http://karunfilm.com/. Due ragazzi britannici si prefiggono di seguire il fiume più lungo in Iran, il Karun, con mezzi a propulsione umana. Il loro scopo è quello di andare al di là della politica ed esplorare la cultura e la geografia di questa nazione tra le più incomprese e sconosciute. Ma nonostante le precedenti esperienze di Tom in Iran scoprono che le differenze culturali sono più profonde di quello che avevano realizzato.

JUMBO WILD 60′ 2015 USA/CANADA di Nick Waggoner. http://www.patagonia.com/us/the- new-localism/Jumbo-Wild. Splendido e avvincente documentario che cattura la vera storia della decennale lotta sul futuro della Valle del Jumbo. Situato su uno sfondo di guglie a trentadue denti e crepacci di neve tra i più profondi sulla terra, il film accompagna il pubblico in un viaggio tra le aspre cime della British Columbia. Racconto di un epico braccio di ferro tra una proposta di stazione sciistica su vasta scala da una parte e i membri della comunità, Prime Nazioni, e ambientalisti dall’altra, il film documenta una battaglia ideologica feroce attorno al concetto di come valutiamo terra e perché ci preoccupiamo così profondamente dei nostri luoghi più selvaggi.

* LUCENS 8′ 2015 CH di Marcell Barelli http://lucensfilm.blogspot.it
La storia della prima centrale nucleare 100% svizzera…ma anche dell’ultima.

* ONE FOR THE RIVER: THE VJOSA STORY 30′ 2015 SLO di Nejc Miljak / Anze Osterman 2015. http://leeway-collective.com/ Si scende sul Vjosa e si incontra la gente che vive sul più grande e incontaminato fiume in Europa, l’unico che non ha dighe dalla montagna al mare. Il fiume scorre dai Pindus Mountains della Grecia fino al Mar Ionio in Albania. Ma oggi i 270 km di fiume selvaggio sono minacciati da ben 23 progetti di dighe lungo il suo corso!

Chad A. Stevens / milesfrommaybe Productions The daughter of a resident of Rock Creek, W. Va., waits in the vehicle while her guardian inspects a reclaimed mountaintop removal site in near Kayford Mountain in West Virginia.
“Overburden” dell’americano Chad A. Stevens.

# OVERBURDEN 65′ 2015 USA di Chad A. Stevens http://thecoalwar.com/
Il gas che ha causato l’esplosione era completamente invisibile. Il 5 aprile 2010 gli uomini che lavorano nella miniera superiore Big Branch stavano facendo quello che fanno sempre: l’estrazione del carbone. Ma quando una scintilla accese il metano, una palla di fuoco attraversò le miglia di tunnel sotterranei uccidendo 29 uomini.

* PARADISE WAITS 90′ 2015 USA produzione TGR www.tetongravity.com/films/paradise-waits. Un film dedicato a chi, per mesi interi, non aspetta altro che la neve e la possibilità di mettersi ai piedi un paio di sci (o uno snowboard): un viaggio che ci porta tutti nel più magico degli inverni alla ricerca delle meraviglie anche nelle avversità.

# SNOWMAN 84′ 2015 USA di Mike Douglas e Anthony Bonello. http://www.snowmanfilm.com. Il sogno di Mike si realizza quando diventa un meteorologo esperto in valanghe. Crolla però quando una di queste missioni va malissimo. Una storia comune a chi sogna in grande anche superando barriere, sia benigne che catastrofiche, per realizzare una fantasia infantile.

SMOG2015 21′ 2015 ITA di Riky Felderer e Pietro Porro con Paolo Marazzi www.rikyfelderer.com L’alpinista e freeskier Paolo Marazzi si appresta a vivere una vera avventura a impatto zero nel cuore delle Alpi. Caricherà sulla sua Specialized gli sci, gli scarponi e tutto il necessario per una salita in puro stile alpino e partirà per affrontare la montagna senza ausilio esterno. Un’avventura, un racconto, una fuga dall’ordinario, un ritorno alle origini che vede come sfondo le grandi montagne livignasche.

* TEMPÊTE SUR ANORAK 13′ 2015 FRA di Paul E. Cabon, Antoine Maillère e Marylou Mao. http://tempetesuranorak.blogspot.fr/. Una tempesta raggiunge le coste della Bretagna. La natura impazzisce mentre due giovani scienziati cercano di non farsi prendere dal caos. Spionaggio, tensioni romantiche ed eventi misteriosi si scontrano con l’entusiasmo e la casualità.

TRANSUMANZA 62′ 2015 ITA di Roberto Zazzara https://vimeo.com/94754455. In diverse parti del mondo esistono delle strade precedenti a quelle romane, per millenni percorse da uomini e animali, assieme, stagionalmente, alla ricerca di un luogo migliore dove vivere il futuro prossimo. La memoria di queste strade coinvolge molti luoghi e culture. Nell’Italia meridionale, esse si chiamano tratturi e la pratica di percorrerle, transumanza.

* UNDERGROUD 7′ 2015 DAN produzione Klattermusen https://vimeo.com/129753793
La Dolinsjö Cave è una grotta sottomarina di un sistema che è stato scoperto nel 1979. Expedition Bjurälven si propone di esplorare le profondità della grotta. Finora, la spedizione ha raggiunto 1,7 chilometri.

# THE WANDERLUST OF #VANLIFE 12′ 2015 USA di Sam Price-Waldman
Nel 2011, Foster Huntington ha creato l’hashtag #vanlife su Instagram, generando una famiglia di seguaci ansiosi, una comunità di individui simili che si dilettano nel tipo di avventura che si può ottenere solo viaggiando attraverso il deserto in un goffo, vecchio veicolo.

# ON SEVEN EIGHT + A SIMPLE MACHINE + THE FORECASTER, 7′ + 6′ + 5′ , 2015, USA di Greg Hackett produzione Aimee Tetreault.
Tre cortissimi, girati in Svezia, Francia e Canada che raccontano di avventura, di vita ma anche di fatica legate al mondo della neve e dello sci. Con un comune filo conduttore e una essenza condivisa nello stile e nel modo di raccontare.

*Anteprima italiana
# Anteprima europea


E’ possibile prenotare i biglietti su www.bresciawinterfilm.it

Commenta la notizia.