Nasce in Valsassina Halloween, il muro di Ballabio: la più bella “solitaria” di Eugenio Pesci

Fra le tante cronache, pensieri e azioni dei diversi blogger-alpinisti del Gruppo Ragni, è in evidenza sul sito dei maglioni rossi la presentazione della nuovissima falesia del “Muro di Halloween” in Valsassina (Ballabio) costruita per mano di Eugenio Pesci: uno dei più assidui apritori-chiodatori lombardi. Così ne riferisce Mario Giacherio.

Pesci copia
Eugenio Pesci e, nella foto sopra il titolo, un particolare del “muro di Ballabio”.

Il filosofo chiodatore

Anche lui è un nostro amico” diceva una valida pubblicità anni ’80, e con Ege è proprio così. Ege è Eugenio Pesci, 54 anni, milanese, mezzo genio di filosofia. Insegna nei licei, alla facoltà di Architettura del Politecnico e bla…bla. Ma soprattutto scrive, arrampica e chioda. Ha scritto tutte le edizioni degli ultimi decenni delle guide d’arrampicata delle Grigne e dintorni e ha aperto più di 20 vie moderne nelle Prealpi Lombarde, (tra l’altro If al Cavallo con Matteo Della Bordella nel 2015) poi in Val Formazza, in Campania, Sardegna e Verdon (l’ultima: 2 Poveri Vecchi con Ivano Zanetti, la prima multipitch aperta dal basso da arrampicatori italiani in Verdon).

Ha chiodato decine di monotiri e diverse falesie e l’ultimo regalo che ci ha fatto, giusto per gustare l’aria frizzante di questo fantastico inverno, è il Muro di Halloween a Ballabio (Lc). Qui Eugenio ha infisso quasi 500 punti di assicurazione (fix inox), ha costruito sentiero e ferrata di accesso, ha disgaggiato e consolidato, completamente SOLO e di TASCA SUA (necessario scriverlo in maiuscolo prima che qualcuno poi si lamenti eccessivamente se “quel chiodo è lungo” o “l’appiglio ancora polveroso”). Gli amici Giovanni Rivolta e Pedro hanno liberato (quasi sempre a vista) i tiri di maggior impegno.

Mario Giacherio

 

Commenta la notizia.