Sicuri con la neve? Il vero pericolo è il ghiaccio sui sentieri a tutte le quote

Pericolo scivolataPer essere imbiancato, il paesaggio lo è. Ma la crosta di neve è sottilissima e lascia affiorare sassi ed erbacce come mostrano le webcam piazzate ai duemila metri dei Piani di Bobbio in Valsassina dove domenica 17 gennaio volonterosi uomini del Soccorso alpino, Guide alpine e Istruttori di alpinismo del Cai organizzano la giornata “Sicuri con la neve”. Che forse sarebbe meglio, dati i tempi, dedicare all’insicurezza della neve. La precarietà del manto nevoso è dovuto, in questo pazzo pazzo pazzo inverno, a tanti fattori: nevicate bagnate per l’alta temperatura, accumuli dovuti al vento, lastroni ghiacciati per il repentino abbassamento della temperatura sotto l’influsso di correnti glaciali. “Quest’anno è un casino”, si rammarica Elio Guastalli, deus ex machina della giornata “Sicuri con la neve”. “Nessuna traccia di neve in tante località mentre il ghiaccio è sempre più presente un po’ ovunque. Gli incidenti per valanga sono pochi ma le scivolate, in quota e non solo, sono all’ordine del giorno. Ai Piani di Bobbio la poca neve che è caduta (due dita) si è bagnata e poi ghiacciata. Noi comunque domenica ci troviamo quassù e siamo come ogni anno a disposizione per offrire consigli a chi ce li chiede”. Attenti dunque alle scivolate: è in gioco la vita! Dei sentieri non c’è da fidarsi anche se all’apparenza si presentano asciutti. Insidiose lastre di ghiaccio possono nascondersi sotto le foglie secche o sfuggirci durante l’attraversamento di un prato o di un bosco perché accecati dal sole o traditi dalla penombra. Le “vibram” non fanno presa in questi casi e nemmeno su certe mulattiere lastricate di sassi consunti. Ramponi e piccozza andrebbero dunque tenuti sottomano anche su percorsi escursionistici elementari come ammonisce il bollettino di venerdì 15 gennaio 2016 del Servizio Info Point della Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera a cura della Casa delle Guide di Introbio e patrocinato dal Soccorso Alpino che qui pubblichiamo nella sua integrità.

Piani di Bobbio Web Cam
Qui e nella foto sopra il titolo due immagini dei Piani di Bobbio tratte dalle webcam di venerdì 15 gennaio. E’ evidente l’esiguità del manto nevoso.

Raccomandati ramponi e piccozza. Pericolo valanghe 2 moderato. Il pericolo si considera sopra i 2.000 m. Il freddo intenso provoca la formazione di ghiaccio su tutti i sentieri, si consiglia l’uso dei ramponi e piccozza. Domenica è prevista ai Piani di Bobbio la giornata di sicurezza sulla neve. I Rifugi per il fine settimana sono aperti. Chiusi il Rifugio Rosalba ed il Rifugio Elisa. Gli impianti di sci dei Piani di Bobbio sono aperti. Festivi dalle 8,00 alle 16,30. Feriali dalle 8,30 alle 16,30.
La Funivia dei Piani di Artavaggio è aperta tutti i giorni dal 24 dicembre al 31 marzo dalle 8,30 alle 17,00. La Funivia dei Piani D’Erna è aperta tutti i giorni dalle 8,30 alle 17,00.
La funivia dei Piani delle Betulle è aperta tutti i giorni, dalle 8,30 alle 17,00. Zero termico a 900 m. Vento da moderato a forte da nord. Venerdì il tempo sulle nostre montagne è soleggiato con vento moderato da nord. Sabato e domenica soleggiato e ventoso. In montagna ulteriore calo delle temperature. Da lunedì a giovedì soleggiato e freddo. Per ulteriori informazioni chiamare il n. 335 6049823, risponderà una Guida Alpina della Casa delle Guide di Introbio (www.casadelleguide.it). Grazie per l’attenzione e a risentirci. Potete consultare la registrazione al n. 3403252424.

Servizio Info Point del 15 gennaio 2016 della Comunità Montana della Valsassina, Valvarrone, Val d’Esino e Riviera

Per saperne di più sulla Giornata “Sicuri con la neve”: http://www.sicurinmontagna.it

One thought on “Sicuri con la neve? Il vero pericolo è il ghiaccio sui sentieri a tutte le quote

Commenta la notizia.