Sotto lo sguardo di Sant’Ambrogio si apre a Milano il summit dei medici di montagna

Sant’Ambrogio che impugna il pastorale e lo staffile per scacciare gli infedeli dà il benvenuto sabato 12 marzo 2016 dal gonfalone della Sala Alessi di Palazzo Marino ai partecipanti al primo atto della rassegna “MountCity” in programma fino al 20 del mese. Nel salone d’onore che prende il nome dall’architetto Galeazzo Alessi (dove si trovano, oltre all’immagine del santo patrono, dodici affreschi con le Nove Muse e gli dei Apollo, Bacco e Mercurio) l’evento organizzato dalla Società Escursionisti Milanesi che si apre alle 9.40 non ha precedenti nella storia cittadina. Medici di montagna di tutto il mondo si confrontano nel corso del simposio “La medicina di montagna tra presente e futuro”. Di questo indispensabile supporto all’attività escursionistica e alpinistica riferiscono i medici Mario Milani, direttore medico del Soccorso alpino; Gianfranco Parati, primario di cardiologia presso l’Istituto Auxologico, Ospedale San Luca di Milano e professore ordinario di Medicina cardiovascolare all’Università Bicocca Milano; Guido Giardini, neurologo e presidente della SiMeM, Società Italiana Medicina di Montagna, nonché responsabile dell’unico ambulatorio italiano di Medicina di Montagna; Jason Williams e Darryl Macias, di Albuquerque, New Mexico, USA, direttori del corso di medicina di montagna e Austere Wilderness Medicine dell’Università del New Mexico.

dottor Buddha
Il nepalese Buddha Basnyat, presidente della Società Internazinale di Medicina di Montagna tiene a Palazzo Marino una lectio magistralis sul tema “Malattie d’alta quota”. Nell’immagine sopra il titolo il santo patrono della città che appare nel gonfalone conservato nella Sala Alessi di Palazzo Marino dove si svolge il summit dei medici di montagna.

L’intervento forse più atteso è quello del nepalese Buddha Basnyat con la sua lectio magistralis sul tema “Malattie d’alta quota”. Basnyat è direttore della Clinica Pneumologica a Katmandu, presidente dell’ISMM, International Society Mountain Medicine. E’ l’attuale presidente della Società Internazionale di Medicina di Montagna dopo essere stato per oltre un decennio professore di fisiologia presso l’Università Tribhuvan Medical College di Kathmandu. L’ impegno del dottor Basnyat riguarda in particolare la collaborazione con giovani medici nello studio del mal di montagna e delle malattie febbrili nei tropici: entrambi questi problemi diffusi ma trascurati in Nepal. A dare il via ufficialmente a questa serie di eventi che conferiscono a Milano l’immagine di una vera capitale delle Alpi rispetto alle quali è baricentrica è Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali del Comune che si è fatto promotore dell’iniziativa comprendente incontri convegni, presentazioni di libri, esperienze di arrampicata indoor di nordic walking e di bird watching al Parco Sempione.

Regolari aggiornamenti sulla pagina Facebook: MOUNTCITY – MONTAGNE A MILANO

Commenta la notizia.