Ecomatrimonio: “altissima purissima” brinda sui camion che non inquinano

Levissima
L’acqua minerale viaggia ora sui camion Iveco Stralis LNG.

Un ecomatrimonio in Valtellina per un viaggio di nozze quotidiano a bordo di camion 11 volte meno inquinanti dei più puliti attualmente in circolazione, e meno rumorosi: lo hanno celebrato Levissima, l’acqua minerale che ha le sue sorgenti non lontano dal ghiacciaio del Dosdè (già oggetto di importanti ricerche ed esperimenti finanziati dall’azienda ora nel gruppo San Pellegrino), e dal Gruppo Maganetti, leader della logistica in provincia di Sondrio. L’acqua minerale viaggia sui camion Iveco Stralis LNG: mezzi innovativi  (presentati al Bedrijsfauto di Amsterdam nel 2012) che assicurano meno inquinamento, anche se richiedono un notevole impegno quanto a investimenti. Usando il gas naturale liquefatto (che anche le navi hanno cominciato ad usare per il trasporto merci in mare) si hanno meno emissioni e meno rumore. “Ad oggi – si legge nel sito della Maganetti – il progetto è nella sua fase di start-up, con un investimento  di € 2.350.000. Circa 35 aziende industriali della Valtellina sono già state coinvolte e stanno esaminando il progetto, su cui è previsto per il 2016 un ulteriore investimento di altri € 1.680.000. Per dare, infine, un’idea concreta del risparmio ambientale raggiunto, possiamo sostenere, numeri alla mano, che i 12 veicoli iniziali del progetto, tutti insieme, nei prossimi 5 anni inquineranno meno di un singolo veicolo a gasolio EURO 6 di ultima concezione e senza costare di più”.

Levissima ricorda a sua volta i capitoli del proprio importante impegno nella direzione della sostenibilità, iniziando da quando ancora era Renhold Messner a garantire per la “altissima, purissima”: “Dalle migliori tecnologie per il risparmio energetico e idrico nello stabilimento di Cepina, Valdisotto (SO), allo studio di pack all’avanguardia come quello in PET con il 30% di origine vegetale derivato dalla canna da zucchero e al 100% riciclabile, fino ai progetti di ricerca che dal 2007 permettono ai glaciologi dell’Università degli Studi di Milano di monitorare la salute dei ghiacciai valtellinesi e italiani. Senza dimenticare le numerose attività che educano i consumatori alla raccolta differenziata e al valore del PET, come i progetti nelle scuole e le campagne di sensibilizzazione in città o sulle piste da scii. Un impegno concreto per l’ambiente e la natura sposato da Levissima come valore cardine del brand”.

Si parte dalla Lombardia, si continua nel Veneto, assicura Stefano Marini, business unit director del Gruppo San Pellegrino. Staremo a vedere se le politiche energetiche saranno in grado di incentivare l’uso di questi carburanti.

Laura Guardini

Commenta la notizia.