400 mila passi per i Parchi. La megastaffetta-trekking di Mountain Wilderness

MW logoMountain Wilderness Italia organizza questa estate un grande evento aperto a tutti che unirà i quattro parchi nazionali dell’Italia centrale. E’ una staffetta-trekking senza precedenti quella programmata con straordinario impegno dal 25 giugno al 10 luglio, un’occasione da non perdere per scoprire a piedi la grande bellezza di quest’area appenninica. Come sempre, l’associazione presieduta da Carlo Alberto Pinelli non si limita a proporre esperienze di grande valore turistico e ambientale, ma offre la possibilità di farsi interpreti di vitali principi per la valorizzazione e la conservazione del nostro patrimonio naturale. Partecipare al trekking significa anche sollevare il problema della attuale, progressiva marginalizzazione dei parchi nazionali e sostenere, al contrario, l’importanza del loro potenziale ruolo propulsore per uno sviluppo economico dell’intera nazione. Ma non basta. L’iniziativa intende anche dare nuovo slancio alla proposta di inserire l’intero complesso delle aree naturali protette dell’Abruzzo nell’elenco del World Heritage dell’UNESCO.

La staffetta/trekking parte dal Parco dei Sibillini e raggiunge il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, passando attraverso i parchi Nazionali del Gran Sasso-Laga e della Majella. Il percorso completo dura quindici giorni, con partenza il 25 giugno. L’originalità dell’iniziativa consiste nel fatto che ogni partecipante può aggregarsi a tutto il percorso o scegliere i settori che preferisce (un parco, due parchi, ecc.). Ciascun gruppo di camminatori, giunto al confine del parco attraversato, consegnerà al gruppo successivo un testimone in forma di bastone da viandante, decorato con una testa di camoscio in legno. Targhe commemorative in ceramica verranno affisse agli ingressi di ogni sito in cui i partecipanti pernotteranno.

Gli itinerari cercheranno di mettere in luce gli aspetti naturali più affascinanti di ogni parco insieme alle preminenti caratteristiche storico/culturali. Nei Sibillini si seguiranno le orme ideali del Guerrin Meschino e della Sibilla, iniziando dalla famosissima “fiorita” dei piani di Castelluccio; nel Gran Sasso si affronterà il tema dell’invenzione dell’alpinismo appenninico, raccontata da alcuni dei suoi più celebri protagonisti nella Majella si visiteranno i romitori abbandonati, un tempo frequentati dal papa Celestino V e dai suoi compagni; nel parco d’Abruzzo-Lazio e Molise l’attenzione si concentrerà sull’orso e sui miti popolari collegati a quel plantigrado appenninico, oggi a rischio di estinzione. L’avventura verrà arricchita da incontri con pastori, comunità locali, boscaioli, guarda-parco, esperti naturalisti. Un’occasione unica insomma per sperimentare un turismo davvero sostenibile e di grande soddisfazione anche sul piano culturale. Dulcis in fundo, la conclusione del percorso, nel cuore del Parco d’Abruzzo, Lazio, Molise, sarà celebrata con una festa popolare, alla quale parteciperà anche una squadra di trekkisti provenienti dal versante laziale. Leggete qui il programma tappa per tappa e decidete al più presto a quale o quali tappe partecipare. I posti disponibili sono limitati!

Schermata 2016-05-03 alle 10.46.05

  • PARCO NAZIONALE DEI SIBILLINI

Venerdi 24 giugno 
Pernottamento Casali di Ussita. Sabato 25 giugno Casali di Ussita – Val di Panico – Monte Bove sud – Monte Bicco – Frontignano dislivello: 1154 mt
tempo: 6 ore (soste escluse) difficoltà: EE. Pernottamento a Frontignano presso Hotel Domus Letitiae

Domenica 26 giugno Fontignano, Passo Cattivo, Monte Porche, Palazzo Borghese, Capanna Ghezzi dislivello: 663 m
tempo: 5 ore circa (soste escluse) difficoltà E. Pernottamento Rifugio Capanna Ghezzi

Lunedì 27 giugno Capanna Ghezzi – Forca Viola, Cima del Redentore, Monte Vettore, Forca di Presta dislivello: 929 mt
tempo: 6 ore (soste escluse) difficoltà: EE . Trasferimento in pulmino per il pernottamento presso il Camping “Il Ceppo” (Laga)

Quota tutto incluso (guida, pernottamenti, colazioni, cene e pranzo al sacco), per ogni partecipante euro 250. Chi preferisce camminare con uno zaino meno pesante può utilizzare a proprie spese un mulo con mulattiere. Il costo può essere suddiviso fino a dieci partecipanti per mulo.

  • PARCO NAZIONALE GRAN SASSO-LAGA MONTI DELLA LAGA

Lunedì 27 giugno
pernottamento presso il Camping “Il Ceppo” (m1334)

Martedì 28 giugno Traversata Ceppo (m 1334) – Monte Gorzano (m 2458) – Cima Laghetta (m 2369) – Sella Laga (m 1965) – Campotosto (m 1408) dislivello in salita m 1124
dislivello in discesa m 1050
tempo: 6 ore circa (escluse le soste) difficoltà: EE. Pernottamento presso la locanda “Mausonia” a Mascioni (frazione di Campotosto)

  • GRAN SASSO D’ITALIA

Schermata 2016-05-03 alle 10.46.24Mercoledì 29 giugno
trasferimento in pulmino da Mascioni a Ponte della Lana per l’inizio trekking del Gran Sasso d’Italia.
Ponte della Lana (m 1290) – Monte San Franco (m 2132) – Belvedere (m 1789) – Monte Jenca (m 2208) – Lago di Camarda (m 2053) – Rifugio “Fioretti” (m 1498). Dislivello in salita m 918 dislivello in discesa m 710. Tempo: 6 ore circa (escluse le soste) difficoltà: EE. Pernottamento presso il Rifugio “Fioretti”

Giovedì 30 giugno Rifugio “Fioretti”(mt 1498) – Sella di Monte Corvo (mt 2305) – Fonte Venacquaro (mt 2045) – Sella dei Grilli (mt 2220) – Sella del Cefalone (mt 2320) – La Portella (mt 2260) – Rifugio “Duca degli Abruzzi” (mt 2388). Dislivello in salita mt 890
tempo: 7 ore circa (escluse le soste) difficoltà: EE. Pernottamento presso il Rifugio “Duca degli Abruzzi”

Venerdì 1° luglio Rifugio “Duca degli Abruzzi” (mt 2388) – Sella di Monte Aquila (mt 2335) – Sella del Brecciaio (mt 2506) – Corno Grande vetta occidentale (mt 2912) – Rifugio “Franchetti” (mt 2496). Dislivello in salita mt 524
dislivello in discesa mt 416
tempo: 7 ore circa (escluse le soste) difficoltà: EE. Pernottamento presso il Rifugio “Franchetti”

Sabato 2 luglio Rifugio “Franchetti” (mt 2496) – la Madonnina (mt 2028) – Rifugio “San Nicola” (mt 2165) – base Paretone (mt 1408) – Grotta dei Mulattieri (mt 1200) – Macchia di san Pietro (mt 1200) – Piano del Fiume (mt 830) – Lago di Pagliara (mt 857) – Agriturismo “Il Bivacco del Parco” (mt 500) Dislivello in discesa mt 1996
tempo: 7 ore circa (escluse le soste) difficoltà: E. Pernottamento presso il B&B “Il Bivacco del Parco” (Castelli)

Schermata 2016-05-03 alle 10.46.33Domenica 3 luglio Agriturismo “Il Bivacco del Parco” (m 500) – Fonte dei Signori (mt 900) – base parete nord Monte Camicia – La Scaglia (m 1630) – Gravone (m 1400) – base Monte Coppe (m 1500) – Fonte Torricella (m 1700) – Vado di Siella (m 1725) – Campo Imperatore (m 1450). Dislivello in salita m 1225
dislivello in discesa mt 325
tempo: 7 ore circa (escluse le soste). Difficoltà: E. Visita alla Rocca di Calascio e trasferimento in pulmino a Roccamorice. Pernottamento presso il B&B “Santo Spirito” di Roccamorice.

Quota tutto incluso (guida, pernottamenti, colazioni, cene e pranzo al sacco), per ogni partecipante euro 320
Escluso costo pulmino NB: Il ricorso a muli non è disponibile a causa del percorso a tratti impervio.

  • PARCO DELLA MAJELLA

Lunedì 4 luglio B&B “Santo Spirito” (mt 800) – Eremo San Bartolomeo (mt 652) – Grotta San Giovanni (mt 1340) – Rifugio “Bruno Pomilio” (mt 1892). Dislivello in salita: mt 1240 tempo: 6 ore (escluse le soste) difficoltà: EE. Pernottamento presso il Rifugio “Bruno Pomilio”.

Schermata 2016-05-03 alle 10.46.41Martedì 5 luglio Rifugio “Pomilio” (mt 1892) – Blockhouse (mt 2100) – Monte Amaro (mt 2793) – Tavola Rotonda (mt 2403) – Guado di Coccia (mt 1652). Dislivello in salita mt 901
dislivello in discesa mt 1141
tempo: 8 ore circa (escluse le soste) difficoltà: EE Pernottamento presso il Rifugio “Guado di Coccia”

Mercoledì 6 luglio Rifugio “Guado di Coccia” (m 1640) – Monte Porrara (m 2136) – Valico della Forchetta (m 1270).
dislivello in salita mt 484
dislivello in discesa mt 866 Tempo: 5 ore (escluse le soste) difficoltà: EE Visita al centro storico di Pescocostanzo e al Bosco di Sant’Antonio. Trasferimento in pulmino a Scanno per il pernottamento

Quota, tutto incluso (guida, pernottamenti, colazioni, cene e pranzo al sacco), per ogni partecipante euro 250 Escluso costo pulmino. Il ricorso a muli non è disponibile a causa del percorso a tratti impervi

  • PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO, LAZIO, MOLISE

Giovedi 7  luglio Scanno (1054 m) – Valico del Carapale (2164 m), Terraegna, Terraegna di Pescasseroli (1738 m) – Prato Rosso (1536 m) Dislivello: 1000 m
Tempo complessivo: 5 ore (soste escluse) Difficoltà: E-EE. Pernottamento Rifugio Prato Rosso (tende)

Venerdi 8 luglio Rifugio Pratorosso (1536 m) – Valle di Corte (1846 m) – Colle Sant’Angelo 2117 m) – Cima Monte Marsicano (2257 m) – Sorgente Ciarlente – La Foce/Le Casette (Opi) (1000 m) Dislivello salita: 700 m,
dislivello discesa: 1200 m circa. Tempo complessivo: 6,30 ore (soste escluse) Difficoltà: E-EE Pernottamento presso Camping La Foce

Sabato 9 luglio La Foce (1000) – Segheria Val Fondillo (1084 m) – Val Fondillo (1220 m) – Valico Passaggio dell’Orso (1672 m) – Tre Confini (1496 m) – Forca Resuni (m.1952) – Passo Cavuto (m. 1942) – Val di Rose – Civitella Alfedena (1123 m) Dislivello in salita: 950 m dislivello in discesa: 700 mt
tempo complessivo: 7 ore (soste escluse) difficoltà: E-EE Pernottamento a Villetta Barrea presso Hotel Vecchio Pescatore. Opzione meno impegnativa: La Foce-Segheria Val Fondillo- tratto di Val Fondillo, Camosciara – Civitella Alfedena. Tempo complessivo: 5 ore (soste escluse) difficoltà: E Pernottamento a Villetta Barrea presso Hotel Vecchio Pescatore

Quota, tutto incluso (guida, pernottamenti, colazioni, cene e pranzo al sacco), per ogni partecipante euro 250 N.B. Chi preferisce camminare con uno zaino meno pesante può utilizzare a proprie spese un mulo con mulattiere. Il costo può essere suddiviso fino a dieci partecipanti per mulo.

  • MINI TREKKING VERSANTE LAZIALE (giorni 2)

Schermata 2016-05-03 alle 10.46.13Sabato 9 luglio Picinisco – Parcheggio Prato di Mezzo (1431 m)- Passo dei Monaci (1967 m), Monte Meta (2242 m), sentiero M1- sentiero fino a un parcheggio, poi strada – Rifugio del Falco (m.1382) Dislivello: m. 860
tempo complessivo: 4 ore (soste escluse) difficoltà: E Pernottamento presso Rifugio del Falco

Domenica 10 luglio Rifugio del Falco – passo X (m. 1479), sentiero per Passo X m. 1479 – parcheggio m.1430 – sentiero L2, Parcheggio m.1430 – incrocio con K3 – K6 – J1 – I3 fino a Villetta Barrea (m.972) Tempo complessivo: 4 ore circa (soste escluse) difficoltà: E. Quota, tutto incluso (guida, pernottamenti, colazioni, cene e pranzo al sacco), per ogni partecipante Euro 80

SUGGERIMENTI PER LA SCELTA DEI PERCORSI SU BASE SETTIMANALE. Ai partecipanti si suggeriscono due percorsi da un week-end all’altro:

1) Parco Sibillini – Gran Sasso Laga 25 giugno – 2 luglio. 
Venerdi 24 pernottamento a Casali di Ussita. 
25 giugno, 26 – 27- 28 – 29 – 30 – 1 – 2 come dai programmi Sibillini, Laga-Gran Sasso. 
Domenica 3 luglio rientro dal Comune di Castelli 
(a tempo debito verranno offerte tutte le indicazioni necessarie per ritornare alla base).

2) Parco della Majella – Parco Abruzzo, Lazio, Molise 3 – 10 luglio. Domenica 3 pernottamento a Roccamorice Nei giorni 4 – 5 – 6 – 7- 8 – 9 come dai programmi Majella, Abruzzo-Lazio-Molis. 
Domenica 10 rientro dal Comune di Villetta Barrea
 (a tempo debito verranno offerte tutte le indicazioni necessarie per ritornare alla base).

• LE ISCRIZIONI si chiudono il 30 maggio. A motivo della limitata capienza dei rifugi il massimo numero di partecipanti per ogni Parco: 22.
Qualora per qualche tratta non si raggiungerà il numero minimo di 15 partecipanti i costi potrebbero subire qualche variazione. Al contrario se si raggiungerà il numero di 20/22 iscritti la spesa potrebbe essere minore.

Nessuno degli itinerari presenta pericoli oggettivi, anche se in alcuni casi i dislivelli sono impegnativi. La guida potrebbe scegliere percorsi alternativi in caso di condizioni meteo sfavorevoli.


Non si accettano iscrizioni di minori di 14 anni. Tutti i minorenni (14/17 anni) dovranno essere accompagnati da un genitore. Le iscrizioni prevedono il versamento di una contestuale caparra pari a un quarto della somma totale. 

• PER ISCRIVERSI contattare la segreteria di Mountain Wilderness: info@mountainwilderness.it.

• PER INFORMAZIONI specifiche su itinerari, equipaggiamento ecc.: Mario Marano Viola – email: viola.marano@libero.it
 – Adriana Giuliobello – email: giuliobello@mountainwilderness.it

Scarica qui la brochure con la presentazione staffetta-trekking MW

 

3 thoughts on “400 mila passi per i Parchi. La megastaffetta-trekking di Mountain Wilderness

  • 11/05/2016 at 08:10
    Permalink

    Grazie della risposta… la tecnologia e quindi il dialogo, la democrazia, l’educazione, il confronto aiutano a crescere. Poi, ognuno può restare sulla propria opinione e decisione, non fa niente. IO ho deciso per il No, mica sono arrabbiato o per questo perderò amici! Buon trekking.

    Reply
  • 10/05/2016 at 14:43
    Permalink

    La risposta di Mountain Wilderness al gentile lettore è la seguente: a) i costi delle guide sono quelli standard e chiunque può controllare; b) solo raramente si pernotta in rifugi con costi inferiori ai 50 euro per notte (cene, colazioni e cestini inclusi). Più spesso si dorme in B&B con costi variabili. I prezzi sono stati indicati sulla base di 15 partecipanti per parco. In almeno due casi le comunità locali e/o gli Enti parco offrono ospitalità gratuita e ciò ha permesso di abbassare i prezzi al Gran Sasso e al Parco d’Abruzzo. Mountain Wilderness non ci guadagna un euro ma non può neppure permettersi di perdere: deve tral’altro fare fronte alle spese per depliant, viaggi organizzativi, incontri in loco con gli enti parco e i sindaci. Qualora in alcuni settori si riesca ad avere 20/25 partecipanti, il trekking può costare un poco meno, considerando che il compenso della guida viene suddiviso non per 15 ma, diciamo, per 20. Si tratta di un programma organizzato che prevede anche spostamenti in pullman (a volte offerti gratuitamente dagli enti parco). Prendere o lasciare. Se qualcuno pensa che da solo spenderebbe di meno, faccia pure!

    Reply
  • 08/05/2016 at 17:31
    Permalink

    Interessante il programma, meno interessante il costo. Mediamente la spesa giornaliera è compresa da 65 euro al PARCO NAZIONALE GRAN SASSO-LAGA MONTI DELLA LAGA, perché si pernotta in alcuni rifugi… ad 80 euro per gli altri parchi. La colazione, il cestino, la cena, il letto, se vogliamo essere fiscali può costare ( colazione max 3 euro – il cestino (2 panini con companatico, un frutto, una bottiglietta di acqua, un dolcetto)= 5 euro. La cena max 10 euro (pasta, carne o affettati o formaggi…contorno, frutto )- letto, se non si hanno esigenze di camera singola 5 euro? ARROTONDIAMO IL TOTALE A 25 EURO… Resta la guida… quando può costare? 5 euro a persona? se sono 20 persone ogni giorno guadagnerebbe 100 euro, calcolando che non ha spese di vitto ed alloggio. Vogliamo aggiungere un’altra guida? altri 5 euro. TOTALE 25 + 10 = 35 EURO. ARRIVARE AD OTTANTA EURO CE NE VUOLE! Mi si contesterà che i prezzi di mercato sono questi. OK, se uno non è d’accordo non partecipa…IO… però il diritto di informazione non si può negare!

    Reply

Commenta la notizia.