Imparare “attraverso la montagna”

Trentaquattro ragazze e ragazzi milanesi di due seconde della media Sandro Pertini della Zona 5 in trasferta tra i graniti della Val di Mello, paradiso dei climber e dei fortunati che vi si avventurano. Tutt’intorno cascate, laghetti di cristallo, prati in fiore, linde baite di pietra. E lassù le vette scintillanti ancora cariche di neve. C’è sicuramente qualcosa di magico, d’irreale in questo angolo della Valtellina così vicino alla città-metropoli da potersi considerare quasi una periferia. Nei due giorni trascorsi in questa vallata alla fine di maggio, i ragazzi hanno affrontato con impegno esercitazioni di arrampicata e orienteering. Ma soprattutto si sono guardati intorno e hanno scoperto la grande e per loro insospettata bellezza dell’ambiente alpino. E inoltre questa è stata per loro l’occasione di vivere un’esperienza con i compagni, gli insegnanti, gli educatori e le guide dell’associazione “Attraverso la montagna” che sostiene il progetto insieme con Quartieri Tranquilli, Mountcity.it e il Cai Milano.

Scalate sui sassi
Prime scalate sui “sassi” della Val di Mello (SO). Nella foto sopra il titolo l’avvistamento di un ungulato tra i graniti che sovrastano la vallata (ph. Serafin/MountCity)

Dice Elena Biagini, coordinatrice dell’iniziativa: “Condividere fatica, emozioni, ascolto e silenzio crea vicinanza e confidenza tra ragazzi e adulti. Di qui può poi iniziare il lavoro educativo”. Il progetto denominato “Quartieri in quota” coinvolge anche la zona 8 e l’anno prossimo sarà ampliato. Fino a oggi, in questa fase di avvio, sono stati coinvolti circa 150 ragazzi diventati o almeno lo si spera, convinti testimonial della montagna. Per gli organizzatori una “scalata” non priva d’incognite, supportata anche da imprenditori illuminati oltre che dai Consigli di zona. Particolare importante. A raccontarla con la sua prestigiosa telecamera sarà il filmaker Gigi Giustiniani, Genziana d’oro del Cai nel 2015 al Trentofilmfestival per “Ninì”. Il film sarà presentato all’inizio della prossima stagione scolastica nel corso di uno spettacolare evento in cui si prevede il lancio di una campagna di crowdfunding.

Manovre di corda
Manovre di corda con gli insegnamenti della Guida alpina Valentina Casellato (ph. Serafin/MountCity)

“Quartieri in quota” intende promuovere presso gli alunni delle scuole milanesi nei vari quartieri, e in particolare quelli nella fascia di età fra gli 11 e i 13 anni, un primo approccio conoscitivo dell’ambiente alpino da svolgersi per quanto possibile all’interno del percorso curricolare delle scuole medie inferiori e coinvolgendo il personale didattico delle scuole. La realizzazione è affidata, come si è detto, all’associazione “Attraverso La Montagna” che collabora con le associazioni operanti nell’assistenza al disagio sociale per realizzare concreti programmi socio-educativi a vari livelli.

 

Commenta la notizia.