CinemAmbiente, 27 mila presenze a Torino

“Attraverso le Alpi” (Italia, 2016, 80′) di Giancarlo Bertalero e Filippo Ciardi è il documentario italiano che ha vinto a Torino la 19° edizione di Cinemambiente. Il film racconta con un lungo lavoro di ricerca come il trasporto intermodale attraverso le Alpi sia un problema di attualità anche in seguito alla recente inaugurazione del nuovo tunnel del Gottardo. “Una riflessione sul rispetto del sistema alpino anche in relazione alle comunità che lì dimorano” è il giudizio della giuria composta da Michele Mellara, Anselmo Pessoa Neto, Gaetano Renda. Grandissima è stata l’affluenza a tutte le iniziative di CinemAmbiente che si è concluso il 5 giugno, Giornata Mondiale dell’Ambiente. A quanto informa un comunicato, si sono riempite le sale che hanno registrato ripetute proiezioni sold out, ma anche le vie della città. Le presenze, comprensive delle manifestazioni collaterali, si sono aggirate intorno alle 27.000, di cui circa 15.000 le sole presenze in sala. Un aumento di circa il 20% rispetto alla passata edizione.

La Jeune fille et les typhons_1R
La jeune fille e les typhons, uno dei film premiati. Sopra il titolo un’immagine di “Attraverso le Alpi”, miglior documentario italiano.

Una delle novità di quest’anno è stato l’incremento del numero d’incontri con esperti dopo le proiezioni, una formula che ha riscosso il più vivo interesse del pubblico. Grazie all’attualità dei temi e all’alta qualità dei documentari, il Festival si è dimostrato capace di intercettare e anticipare idee e concetti che influenzano il dibattito ambientale.

Tra gli ospiti, da segnalare molti direttori di festival specializzati da tutto il mondo, che considerano CinemAmbiente un punto di riferimento a cui ispirarsi. “Ho osservato la composizione del pubblico, e mi sembra interessante segnalare che vi erano moltissimi giovani. Questo è un segnale positivo che ci fa ben sperare per il futuro. Possiamo dire che c’è una generazione nuova che si è resa conto che i problemi ambientali sono decisivi per il nostro futuro”, ha detto Gaetano Capizzi, direttore della rassegna.

Altre notizie: http://www.cinemambiente.it

Commenta la notizia.