Montagne di carta. Questi 10 anni di LetterAltura

E’ arrivata alla decima edizione la rassegna Lago Maggiore LetterAltura in programma dal 23 al 26 giugno 2016. Buon segno, l’editoria di montagna ha più che mai bisogno di vetrine importanti. E LetterAltura, insieme con Montagnalibri legata al Trentofilmfestival, è una di queste. Del resto il panorama dell’editoria specializzata, a parte il costante fiorire delle guide del territorio, è abbastanza nebuloso. Di buon auspicio è sempre la vitalità di Meridiani Montagne, unico periodico “laico” rimasto con un seguito di lettori non necessariamente specializzati. Ed è un buon segno che case editrici importanti come Sperling&Kupfer, Corbaccio, Laterza e in parte Mursia ospitino nei cataloghi opere di un notevole impegno letterario e saggistico legate alla montagna. Sono opere in genere affidate a importanti “tenori” della scrittura, come l’attivissimo terzetto formato da Enrico Camanni, Marco Albino Ferrari e Paolo Paci al quale va aggiunto d’obbligo Alberto Paleari con i suoi racconti e le sue guide molto personalizzate. Senza voler tenere conto di Mauro Corona che rimane un fenomeno a parte, un successo alimentato da una non sempre accorta opera di mediatizzazione.

Logo LetteralturaAppare in sonno la collana dei Licheni recentemente rilevata da Priuli& Verlucca dopo che Vivalda ha sbaraccato. Rimangono piccoli editori eroici come Alpine Studio, Versante Sud, Ediciclo, come a Domodossola il libraio editore Sandro Grossi. E iniziative come questa di LetterAltura la cui formula resta invariata: dagli incontri del mattino allo spettacolo della tarda sera, il pubblico può incontrare gli autori, partecipare ai dibattiti, conoscere, riflettere e insieme possibilmente divertirsi.

Sono 44 gli eventi, tra incontri con gli autori, spettacoli, laboratori creativi, proiezioni, e 3 mostre e più di 60 ospiti nazionali e internazionali per riportare l’attenzione sulla montagna priorità globale dell’umanità, unica fonte d’acqua che possa garantire un futuro florido alle nuove generazioni. Sono annunciate le presenze del poeta pluri candidato al Nobel Adonis, degli scrittori Stefano Amato, Emanuela Artini, Fabio Canino, Elena Dak, Erminio Ferrari, Ilaria Gallinaro, Bruno Gambarotta, Paolo Ghezzi, Francesco Gungui, Lello Gurrado, Giuseppe Lupo, Marco Malvaldi, Riccardo Mazzeo, Alberto Paleari, Alberto Pellai, Stefano Piedimonte, Alessandro Robecchi, Giampaolo Simi, Marco Volken. Le musiche sono offerte dal Quartetto K e Magnasco Quartet e dal teatro di Attodue. Ci saranno poi gli alpinisti e sportivi François Cazzanelli, Marco Farina, Arturo Squinobal, gli architetti e esperti di paesaggio Michael Jakob, Labics, Brunella Lorenzi, Nausikaa Mandana Rahmati, i giornalisti Marco Casa, Gianfranco Fabi, Daniela Fornaciarini, Enrico Martinet, Angelo Miotto, Laura Piazzi, Simonetta Radice, Cora Ranci, Farian Sabahi, Roberto Spagnoli, Giorgio Tartaro, Teresio Valsesia, il blogger Alessandro Bonino, gli esperti di linguaggio Annalisa Brichese, Fabio Caon, il docente di letteratura Giacomo Jori, i filosofi Bruno Nassim Aboudrar, Fabio Minazzi, Francesca Rigotti, il meteorologo Luca Mercalli, i registi Gregor Božič, Julian Roman Pölsler, Perla Sardella, Fredo Valla, l’attrice Dora Ciccone, i fotografi Vincenzo Cottinelli, Walter Zerla, l’astrofisico Amedeo Balbi.

Per il 2016 si è scelto un unico grande tema: i muri, e il superamento degli stessi, declinati in tutte le più varie accezioni, seguendo il fil rouge della montagna, del viaggio e dell’attualità. I muri dunque come pareti alpinistiche, ma anche i muri interiori e sentimentali, le mura domestiche, i muri e le barriere architettoniche, i muri linguistici, culturali, sociali e politici. LetterAltura, si legge nel programma, è un festival che vuole coinvolgere proprio tutti. Anche quest’anno è stata dedicata ai bambini un’attenzione particolare. I più piccoli possono infatti divertirsi grazie a particolari iniziative pensate per loro: animazione tutti i giorni sotto il gazebo di Piazza Ranzoni e laboratori scientifici alla Casa del Lago.

http://www.letteraltura.it

Commenta la notizia.