Villa Monastero, la montagna in 100 dipinti

Più di 100 dipinti realizzati da maestri quali Filippo Carcano, Emilio Longoni, Angelo Morbelli, Cesare Maggi, Carlo Fornara, Eugenio e Lorenzo Gignous, Leonardo Bazzaro, Silvio Poma, Carlo Pizzi, Vincenzo Bianchi, Achille Tominetti, Paolo Sala, Gaetano Fasanotti, Giovan Battista Lelli, e molti altri che hanno raffigurato tra Ottocento e Novecento il paesaggio montano, sono esposti da sabato 18 giugno a Villa Monastero di Varenna. La mostra a cura di Anna Ranzi s’intitola “La montagna dipinta: un percorso pittorico nell’800 e nel primo 900 attraverso le collezioni private”.

1046
L’inverno dipinto da Filippo Carcano (www.edixxon.com, per gentile concessione). Nella foto sopra il titolo Villa Monastero a Varenna (Lecco).

La grande tradizione alpinistica delle zone lecchesi, conosciuta in tutto il mondo per le importanti scalate effettuate nel corso di quasi un secolo, è inoltre rappresentata da vari artisti-alpinisti che hanno raffigurato le vette raggiunte nel corso del primo Novecento, quali Leonardo Roda, Luigi Binaghi e Paolo Punzo. La mostra è una particolare occasione per offrire ai visitatori e ai turisti che si recano a Villa Monastero questo suggestivo tema che permette di conoscere dal punto di vista pittorico queste zone, assieme agli ambienti montani delle valli alpine lombarde, piemontesi e valdostane, oggetto di interesse e di sfida per gli alpinisti già alla fine del ‘700 quando avvennero le prime esplorazioni, notevolmente intensificatesi nei due secoli successivi. L’evento è stato reso possibile grazie al sostegno degli sponsor Family Banking di Lecco Mediolanum e Grafiche Paolo Cattaneo di Oggiono, e alla disponibilità di molti collezionisti privati.

La mostra è visitabile dal 18 giugno al 25 settembre nei seguenti orari: 

Giugno e luglio: mercoledì dalle 14.00 alle 19.00, giovedì, venerdì, sabato, domenica e festivi dalle 9.30 alle 19.00

Agosto: tutti i giorni dalle 9.30 alle 19.00 

Dal 1° al 25 settembre: mercoledì dalle 14.00 alle 18.00, giovedì, venerdì, sabato, 
domenica e festivi dalle 9.30 alle 18.00. Per saperne di più:  http://www.provincia.lecco.it/wp-content/uploads/2016/06/catalogo.pdf

Commenta la notizia.