E il rifugio diventa un cinema all’aperto

Cinema sotto le stelle dall’8 al 16 agosto al rifugio Quinto Alpini in Val Zebrù (Sondrio). Tutte le sere sul grande schermo, tempo permettendo, si proiettano film sugli sport estremi. “Alpinismo, sci e snowboard freeride, mountain bike, surfing, slackline e molto altro, raccolti in 2 ore di pura adrenalina”, promettono i gestori. I film vengono proiettati all’aperto, con lo splendido panorama della Val Zebrù a quota 2877 m. La settimana del cinema, si puntualizza, è resa possibile grazie alla partnership con la ditta di abbigliamento svizzera Mammut. Ormai l’estate nei rifugi si accompagna a eventi di ogni genere, soprattutto musicali. Il sospetto è che il modello sia il Club Mediterranée che ha fatto epoca negli anni Sessanta su spiagge remote e poi addomesticate dalla società dei consumi e trasformate in luna park. Ma oggi occorre accettare che anche il turismo alle alte quote si adatti alle rinnovate richieste. E chi sale al V Alpini evidentemente non si accontenta della buona cucina, del silenzio, della natura ancora intatta, della magia di incontri inaspettati con camosci, volpi, ermellini e gipeti. E’ importante che il rifugio regali “ulteriori emozioni in una cornice di rara bellezza”. Non basta essere nel cuore del Parco Nazionale dello Stelvio, fra le vette del gruppo dell’Ortles-Cevedale, anche se questo particolare non irrilevante può fare la sua parte nel riconciliarci con la natura e con noi stessi.

www.rifugioquintoalpini.it

Prenotazioni: telefono 0342929170

Commenta la notizia.