Passo Spluga aperto tutto l’anno! Lo chiede il parroco

D’estate il Passo Spluga è aperto e sui tornanti viaggiano auto, moto, pullman, caravan e biciclette. Il flusso nelle due direzioni – Chiavenna e Splugen – è sempre rilevante. D’inverno invece non si passa. Ora dalla Valle Spluga arriva un appello all’apertura permanente del valico. L’obiettivo è chiaro: evitare che da novembre a maggio la sbarra resti abbassata, con la conseguente necessità di passare da Chiavenna e dallo Julier per andare a Coira e da Porlezza per scendere verso il Ticino e la Val Mesolcina. A chiederlo è Giovanni Case, parroco di Isola, prete di montagna che sin dall’arrivo nella frazione di Madesimo si batte per questo collegamento transfrontaliero. Nei mesi scorsi si era rivolto alle istituzioni, puntando anche su una raccolta di firme. Ma con scarsi risultati. Troppo impegnati sono nelle sedi istituzionali a discutere il progetto del traforo della Mesolcina. Gli interessi in campo non sono comunque da trascurare. “Vorremmo  collegare la Skiarea di Madesimo con le piste di Splugen, ampliando le opportunità per tutti”, spiega il parroco con il conforto dei fedeli. Ora don Case chiede agli interessati di inviare i loro pareri alla parrocchia. Poi annuncia una riunione aperta alla partecipazione di residenti e turisti secondo le regole di questa strategia imprenditoriale in sintonia con il Regno dei Cieli.

Fonte:

http://www.laprovinciadisondrio.it/stories/Cronaca/passo-spluga-aperto-per-tutto-lanno-don-case-cosi-sia_1194395_11/

One thought on “Passo Spluga aperto tutto l’anno! Lo chiede il parroco

  • 30/07/2016 at 09:23
    Permalink

    Se è per lo ski perché il parroco non propone una bella e ampia rete di impianti a fune?
    Non sarebbe meglio e sopratutto gestibile solo in loco?

    Reply

Commenta la notizia.