Blogger Contest 2016, cinque criteri per perdersi e vincere

La montagna come terreno di vagabondaggio, come ricerca della libertà più estrema intesa come quella di non avere una vera meta, liberi da mode e condizionamenti. Quest’anno è “Vagabondi delle montagne” il tema dell’edizione 2016 del Blogger Contest che per la quinta volta si rivolge ai blogger di tutta Italia con una formula originale: per partecipare (c’è tempo fino al 10 settembre) si deve presentare una micro-storia inerente il tema del concorso, al massimo di 400 parole, accompagnata da una foto. Tutte le informazioni sono consultabili su www.altitudini.it. Entro il 30 settembre vengono selezionati i tre blogger vincitori che riceveranno premi per un valore di 2500€, in materiali tecnici e soggiorni in quota, offerti dalle aziende sponsor. Sono inoltre previsti due premi speciali. La giuria, di cui fanno parte Davide Fioraso, Franco Michieli, Claudio Primavesi, Simonetta Radice e Roberto Serafin (presidente), valuterà le opere in base a cinque criteri: la capacità complessiva di interpretare il tema del concorso; la qualità del testo e dell’immagine; la padronanza del mezzo di comunicazione e dei relativi linguaggi. I tre blogger indicati dalla giuria parteciperanno dal 14 al 16 ottobre  al International Mountain Summit (IMS) di Bressanone con il compito di raccontare l’IMS. L’altro premio speciale è offerto dalla rivista SKIALPER che selezionerà tre blogger i quali vedranno pubblicate le loro opere, oltre a ricevere un abbonamento annuale alla rivista.

Il Blogger Contest è ideato da altitudini.it con la collaborazione della rivista Le Dolomiti Bellunesi, di AKU e dell’Associazione Gente di Montagna. Sono sponsor del Blogger Contest.2016: AKU, CAMP, Karpos, Ferrino, PalarondaTrek, Rifugio Lagazuoi, Rudy Project e Devold.

2_Blogger contest_2016_01
Tutte le informazioni per partecipare sono consultabili su www.altitudini.it Nella foto sopra il titolo Franco Michieli, giurato del Blogger Contest 2016, che ha teorizzato in un libro la sua vocazione di perdersi.

La giuria

Roberto Serafin, milanese, giornalista professionista, è presidente della giuria. Per 25 anni curatore per il Cai del periodico Lo Scarpone, è autore di diversi libri tra i quali “Soccorsi in montagna” e “Scarpone moschetto” (con il figlio Matteo). Da alcuni anni si dedica quotidianamente a www.mountcity.it

Franco Michieli, geografo, redattore per molti anni delle riviste Alp e RdM, oggi inviato di Meridiani Montagne, scrittore, originale esploratore e garante internazionale di Mountain Wilderness, è esperto nel campo delle lunghe traversate selvagge, che ha imparato ad affrontare senza portare con sé mappe e strumenti tecnologici per l’orientamento. Sul tema è autore del libro “La vocazione di perdersi. Piccolo saggio su come le vie trovano i viandanti” e del film “La via invisibile”. Ha vinto il Premio Gambrinus “G. Mazzotti” 2014 con “Huascarán 1993. Verso l’alto, verso l’altro”.

Davide Fioraso, curatore del magazine The Pill – progetto editoriale legato al settore outdoor. Da decenni segue, ricerca e documenta con passione il mondo degli sport e delle attività all’aria aperta legate alla montagna. Dedica particolare attenzione alle tematiche di viaggio, esplorazione, sostenibilità.

Claudio Primavesi, milanese trapiantato in Brianza, laureato in scienze politiche, è direttore responsabile della rivista Skialper. Dopo un passato sulle piste di sci, si è spostato felicemente fuori dai tracciati. In inverno e in estate, con gli sci e le scarpe da trail.

Simonetta Radice, giornalista pubblicista, blogger e community manager. Da sempre ama la montagna (della Val d’Ossola in particolare) e tutto ciò che ha a che fare con essa. Collabora all’organizzazione del Banff Mountain Film festival World tour Italy. Nelle edizioni 2014 e 2015 del Blogger Contest ha ottenuto il primo e il secondo posto. Vive tra Milano e Gignese (VB).

Commenta la notizia.