VAGABONDI delle MONTAGNE è il tema dell’edizione 2016 del Blogger Contest

L’edizione 2016 del Blogger Contest ideato da altitudini.it intende esplorare la montagna come terreno di vagabondaggio, come ricerca della libertà più estrema intesa come quella di non avere una vera meta – o di cambiarla in corso d’opera, perché così ci è piaciuto – ma anche liberi da mode e condizionamenti, capaci di liberarsi del superfluo. Il senso del viaggio sta nella scoperta del sentiero, negli errori di percorso, negli incontri e nelle emozioni che viviamo, indipendentemente dalla meta. La parola vagabondo, dal latino vagus (errante) e bundus (terminazione che dà l’idea di sovrabbondanza) indica l’andare errando, senza una direzione certa. A sua volta il verbo errare ha il doppio significato del muoversi senza meta ma anche del deviare dal vero, sbagliare, ingannarsi.

Tutto questo sembra molto distante dall’idea che ognuno di noi ha dell’andare in montagna. Scelta dell’escursione o della ascensione, pianificazione dell’itinerario e dei tempi di percorrenza, cartina o traccia GPS: quasi nessuno, e verrebbe da dire per fortuna – si limita a dire: “andiamo là e poi vediamo”. Eppure, non potrebbe esistere un modo diverso di vivere la montagna? Decidere di seguire un sentiero solo perché ci attrae, voler salire una cima senza nome per averla vista dal fondovalle, esplorare una valle per il solo gusto di perdercisi dentro. Quando un trekking di più giorni diventa un vagabondaggio? Quando si ha la libertà necessaria (e l’esperienza) per cambiare programma solo perché abbiamo visto qualcosa di imprevisto che ci piace e che ci attira, quando ci affidiamo ai nostri sensi, quando decidiamo di seguire un sentiero antico per capire dove ci porteranno quelle tracce.

DSCN6931 copia
Andare errando, senza una direzione certa…

Raccontate con un breve racconto la vostra esperienza più simile a quella di un vagabondaggio nelle terre alte. E se non vi è mai capitato nulla di simile… è il momento di farlo. Per raccontarlo. La giuria (Roberto Serafin, Davide Fioraso, Claudio Primavesi, Franco Michieli e Simonetta Radice) valuterà le opere in base a cinque criteri: la capacità complessiva di interpretare il tema del concorso; la qualità del testo e dell’immagine; la padronanza del mezzo di comunicazione e dei relativi linguaggi.

Per partecipare (c’è tempo fino al 10 settembre) si deve presentare una micro-storia inerente il tema del concorso, al massimo di 400 parole, accompagnata da una foto. Entro il 30 settembre la giuria selezionerà i tre blogger vincitori che riceveranno premi per un valore di 2500€, in materiali tecnici e soggiorni in quota, offerti dalle aziende sponsor. Sono inoltre previsti due premi speciali. Fra tutti i partecipanti la giuria indicherà tre blogger che dal 14 al 16 ottobre 2016 parteciperanno al International Mountain Summit (IMS) di Bressanone con il compito di raccontare l’IMS. L’altro premio speciale è offerto dalla rivista SKIALPER che selezionerà tre blogger i quali vedranno pubblicate le loro opere, oltre a ricever un abbonamento annuale alla rivista.

Il Blogger Contest è ideato da altitudini.it con la collaborazione della rivista Le Dolomiti Bellunesi, di AKU e dell’Associazione Gente di Montagna. Sono sponsor del Blogger Contest.2016: AKU, CAMP, Karp

Per saperne di più: http://altitudini.it/scelti-i-5-giurati-del-blogger-contest-2016/

Commenta la notizia.