Nelle terre dei sogni di don Bosco

Giovedì 1° settembre 2016 si è inaugurata al Tatrzańskie Muzeum di Zakopane in Polonia la mostra Nelle terre dei sogni di Don Bosco. La mostra – che sottolinea la vocazione internazionale del Museo della Montagna – è organizzata in occasione dell’Assemblea dell’International Mountain Museums Alliance, l’associazione, nata indicembre, che riunisce cinque musei della montagna delle Alpi, dei Pirenei, delle Rocciose Canadesi e dei Tatra con l’obiettivo di codificare e valorizzare una rete di collaborazioni e per legare le attività culturali delle montagne del mondo. L’esposizione, che vede 64 stampe di medio formato da negativi e originali, appartenenti al Museo, sulla Patagonia, la Terra del Fuoco, il Piemonte e la Valle d’Aosta, s’inserisce nel progetto, ormai trentennale, di riscoperta della figura di Alberto Maria De Agostini. Missionario salesiano, alpinista, fotografo e documentarista, scrittore, naturalista e cartografo, ha lasciato il Piemonte nel 1910 per intraprendere l’avventura missionaria nelle Terre Magellaniche, quelle che sarebbero diventate per lui una seconda casa, tanto da valergli il soprannome di Padre Patagonia.

A partire dalla seconda metà degli anni Ottanta del secolo scorso, furono infatti valorizzate le fotografie e i film realizzati in Patagonia e in Terra del Fuoco da De Agostini, appartenenti alle collezioni del Museo, ma soprattutto si fecero conoscere la figura, il lavoro e il pensiero del missionario di don Bosco. Le testimonianze di una vita trascorsa nelle lontane terre del Fin del Mundo sono state proposte al pubblico in cinque importanti esposizioni che hanno visto ben trenta allestimenti in Italia, Argentina e Cile; ma anche in Canada e Svizzera. Sono stati pubblicati quattro volumi, alcuni in più edizioni; e sono stati prodotti, direttamente dal Museo, tre documentari di lungometraggio. Da parte del Museo sono state recuperate le vecchie pellicole cinematografiche di De Agostini che sono tornate a nuova vita, soprattutto Terre Magellaniche (1933), il grande documentario sulle regioni australi, rimontaggio definitivo del precedente Tierra del Fuego (1928).

www.museomontagna.org

Commenta la notizia.