Due figli d’arte tra i nuovi “Ragni”

schermata-2016-10-18-alle-22-05-28
Simone Tentori al Formaggino, in Val di Mello (Ph. Martina Frigerio). Nella foto sopra il titolo Stefano Carnati su Action Direct (Ph Adriano Carnati).

Arrivano altri maglioni rossi a ingrossare le fila dei Ragni della Grignetta. Nell’assemblea di lunedì 17 ottobre 2016, i soci del Gruppo hanno decretato l’ammissione di quattro candidati. I primi due sono i giovanissimi Simone Tentori e Stefano Carnati, entrambi figli d’arte (i padri Pierre Tentori e Adriano Carnati vestono a loro volta il maglione con il simbolo del ragno a sette zampe), ed entrambi fortissimi. Simone negli ultimi anni ha scalato su livelli altissimi, soprattutto nel boulder, mentre Stefano ha dominato più volte le gare mondiali giovanili e nell’ultimo anno ha centrato più volte obiettivi in falesia di grado 9a. Qualche anno in più sulle spalle se lo porta il terzo dei nuovi ragni: Riky Felderer, ottimo arrampicatore, specialista della scalata in fessura, nonché bravissimo fotografo degli sport outdoor, il cui obiettivo ha immortalato molte delle imprese realizzate dai Ragni. Conclude il quartetto il nome di Luigi Bosisio, il celeberrimo “Bis”, accademico del CAI e veterano dell’alpinismo lecchese, compagno di cordata del “ragno” Romano Perego in molte  salite alpine (Cassin alla Ovest di Lavaredo, Bonatti al Dru e Major alla Brenva, solo per citarne alcune).

Vedere anche: http://ragnilecco.com/maglioni-rossi-le-nuove-nomine/

Commenta la notizia.