Svizzera in festa, primi treni nel nuovo tunnel del Gottardo

L’11 dicembre 2016 i primi treni regolari attraverseranno il tunnel ferroviario più lungo del mondo, la galleria di base del Gottardo detta AlpTransit, 57 km di lunghezza da Ersfeld a Bodio e oltre 152 km di gallerie accessorie. “Questo capolavoro secolare”, spiegano i dépliant turistici, “ti permetterà di viaggiare tra nord e sud in modo ancora più facile, comodo e veloce. Ma anche la storica tratta montana del Gottardo resterà in funzione dopo l’apertura della galleria di base, continuando ad affascinare i passeggeri”. Lo storico evento è stato ritenuto meritevole di una serata “Alptransit” lunedì 14 novembre alla Società Svizzera, dal 1883 un’istituzione a Milano. A dare inizio alla festa alla presenza del console generale a Milano Felix Baumann alle 18.30 il fischietto del capotreno del 1882, quando venne inaugurata la prima galleria ferroviaria del San Gottardo. Immancabili per creare un’atmosfera che più svizzera di così non si può i famosi Alphorn e i canti jodler.

tunnel-gottardoLa Svizzera esulta giustamente per il suo AlpTransit che autorizza a parlare di un nuovo corridoio Reno-Alpi, la cui galleria si è ufficialmente inaugurata il 1° giugno 2016, ma in Italia sono in molti a chiedersi quale sarà sulla nostra rete ferroviaria l’impatto della valanga di merci che la attraverseranno e che invece di proseguire il loro viaggio su ferro finiranno per riversarsi su centinaia di migliaia di TIR, aggravando il quadro di inquinamento delle valli alpine e anche della Pianura Padana. Sono però affari che, almeno in apparenza, non riguardano l’extracomunitaria Confederazione ma vanno ricollegati alla brutta piega che sempre più prendono nella Penisola i devastanti trasporti su gomma. E a noi italiani alle prese con gli annosi problemi della TAV non resta che augurare le migliori fortune al nuovissimo AlpTransit e ai nostri più fortunati vicini di casa.

www.societasvizzera.it

Commenta la notizia.