In Nepal una scuola per Paolo Rindi. Lo annuncia Eco Himal

“Nepal, una scuola per Paolo morto tra i monti di Varese”, annuncia l’’11 novembre 2016 il Corriere nelle pagine della Lombardia. Non erano esattamente i monti di Varese bensì quelli della Val Grande come si può dedurre dal testo, dove Paolo Rindi, camminatore solitario, nel 2015 sparì e il suo corpo venne ritrovato dopo un mese. Il titolista era distratto, può capitare. “Intorno a Paolo, in quei giorni”, informa sempre sul Corriere Roberto Rotondo, “è nato un gruppo di persone disposte a organizzare squadre di ricerca. Quando le speranze sono terminate, i genitori, Dario e Fiammetta, hanno deciso di chiedere agli amici se volessero finanziare la ricostruzione di una scuola nepalese distrutta dal terremoto. Sono stati raccolti 11 mila euro e la realizzazione della scuola è terminata proprio in questi giorni”.

rindi
Paolo Rindi, scomparso nel 2015 in Val Grande.

L’iniziativa porta il sigillo di Eco Himal che da una trentina d’anni si prodiga per portare aiuto alle popolazioni del paese delle nevi. “Sono iniziate in questi giorni le prime lezioni nella scuola dedicata a Paolo Rindi”, annuncia infatti trionfalmente Maria Antonia Sironi, presidente di Eco Himal. “È una scuola particolare, costruita con le pietre portare a spalla dagli sherpa del posto”. Per la madre di Paolo, Fiammetta Masedu, questo progetto è la sintesi di tutto ciò che amava il figlio. “Insieme con la musica, il cammino, la montagna e la conoscenza erano davvero le cose che lo facevano stare bene”, racconta. Per presentare la nuova scuola, Eco Himal invita a partecipare alla serata-evento di sabato 19 novembre 2016 a Varese presso l’Istituto Alberghiero De Filippi. Il programma prevede alle ore 18.30 la presentazione da parte della Sironi del libro “Gli spiriti della foresta”, seguita da un aggiornamento sullo stato della ricostruzione della scuola di Bakhrey in ricordo di Rindi e sullo stato di tutti i progetti sostenuti da Eco Himal. Alle ore 20 ha inizio la cena nepalese preparata dall’amico Ngima Sherpa, supportato dalla sua famiglia e dagli allievi del De Filippi. Ospite della serata Kurt Diemberger, tra i grandi dell’alpinismo di tutti i tempi, presidente onorario di Eco Himal. Il ricavato della serata sarà usato per il completamento della scuola di Bakhrey. Le prenotazioni vengono raccolte direttamente dall’Istituto De Filippi, telefono 0332.238004, mail: ricevimento@defilippivarese.it

http://www.ecohimal.it/

 

Commenta la notizia.