Invito alla lettura. Le novità segnalate da “Monti in città”

Nella sterminata vetrina di BookCity apre a sua volta le vetrine nel penultimo week end di novembre anche l’accogliente libreria “Monti in Città” di viale Montenero 15 che ospita alle 18.30 di sabato 19 un piccolo, simpatico evento: la presentazione del “Silenzio dei passi” di Andrea Bianchi (Ediciclo editore), elogio del camminare a piedi nudi nella natura. Ecco le novità segnalate questo mese da Monti in Città nella newsletter datata 17 novembre 2016. Nel sito della libreria è anche possibile prendere visione delle classifiche dei best seller che vede al primo posto nella narrativa Enrico Camanni con le sue “Alpi ribelli” (Laterza) e nelle guide Alpine Studio con “Alpi Carniche-Alpi Giulie” di autori vari. Nella foto sopra il titolo una veduta dell’isola di Kalymnos, il paradiso dell’arrampicata descritto nella nuova guida di Aris Theodoropoulos (calymnos.info.com, per gentile concessione).

kalymnos

  • Kalymnos Rock climbing guidebook

Autore: Aris Theodoropoulos

Editore: Terrain

Circa 3.000 vie sportive
  – Applicazione gratuita per iOS e Android
  – Coordinate GPS per ogni falesia
  – Un pratico indice delle falesie e un planner per aiutare a confrontarle e programmare il vostro itinerario di arrampicata
  – foto-topos di alta qualità
  – Centinaia di splendide fotografie d’azione a colori
  – Un layout centrato sull’utente ancora più amichevole e moltissime informazioni utili su condizioni, ombra, orientamento, kid-friendly di ogni scoglio etc.

  • Scialpinismo nelle Dolomiti Vol. 3

Autore: Francesco Vascellari

Editore: Tappeiner

La guida si distingue per le spettacolari fotografie aeree con itinerario sovraimpresso del rispettivo tour. La guida comprende le seguenti zone delle Dolomiti e Prealpi: Bellunesi, Agordine, Zoldane, d´Oltre Piave, Feltrine e Pordenonesi. Guide alpine ed esperti dei luoghi hanno redatto 62 tour, ognuno dei quali corredato dai dati più importanti quali punto di accesso e di partenza, possibilità di parcheggio, tempo d’ascesa, dislivello, materiale cartografico, grado di difficoltà e dettagliata descrizione del percorso, il tutto completato da fantastiche vedute aeree

  • Voglia di ripido 3 Maira Ubaye Varaita Po

Autore: Igor Napoli

Editore: Vividolomiti

Scialpinsimo e sci ripido in Maira, Ubaye, Varaita, Po. 51 itinerari dal Buc di Nubiera al Monviso
Itinerari e immagini selezionate, per la guida più completa sulla montagna invernale e lo scialpinismo-ripido nelle Alpi sudoccidentali. Un libro per continuare a sognare e un punto di riferimento per gli appassionati.

     • Roraima – La Via Impossibile

Produttore: Cinehollywood

Tre leggende dell’arrampicata, Stefan Glowacz, Holger Heuber e Kurt Albert, intraprendono la spedizione più impegnativa e pericolosa della loro vita: la conquista del famigerato Monte Roraima, a cavallo tra Venezuela, Brasile e Guyana. Spettacolari immagini in alta definizione documentano un’impresa quasi “mistica” nella natura incontaminata della giungla, con durissime condizioni ambientali, e la difficile ricerca di una via per l’ascesa al “colosso” sudamericano, uno dei più imponenti “tepui” amazzonici.

  • Le otto montagne

Autore: Paolo Cognetti

Editore: Einaudi

La montagna non è solo neve e dirupi, creste, torrenti, laghi, pascoli. La montagna è un modo di vivere la vita. Un passo davanti all’altro, silenzio, tempo e misura. Lo sa bene Paolo Cognetti, che tra una vetta e una baita ambienta questo potentissimo romanzo. Una storia di amicizia tra due ragazzi – e poi due uomini – cosí diversi da assomigliarsi, un viaggio avventuroso e spirituale fatto di fughe e tentativi di ritorno, alla continua ricerca di una strada per riconoscersi. «Si può dire che abbia cominciato a scrivere questa storia quand’ero bambino, perché è una storia che mi appartiene quanto mi appartengono i miei stessi ricordi. In questi anni, quando mi chiedevano di cosa parla, rispondevo sempre: di due amici e una montagna. Sí, parla proprio di questo». Paolo Cognetti Pietro è un ragazzino di città, solitario e un po’ scontroso. La madre lavora in un consultorio di periferia, e farsi carico degli altri è il suo talento. Il padre è un chimico, un uomo ombroso e affascinante, che torna a casa ogni sera dal lavoro carico di rabbia. I genitori di Pietro sono uniti da una passione: in montagna si sono conosciuti, innamorati, si sono addirittura sposati ai piedi delle Tre Cime di Lavaredo. La montagna li ha uniti da sempre, anche nella tragedia, e l’orizzonte lineare di Milano li riempie ora di rimpianto e nostalgia. Quando scoprono il paesino di Grana, ai piedi del Monte Rosa, sentono di aver trovato il posto giusto: Pietro trascorrerà tutte le estati in quel luogo “chiuso a monte da creste grigio ferro e a valle da una rupe che ne ostacola l’accesso” ma attraversato da un torrente che lo incanta dal primo momento. E lì, ad aspettarlo, c’è Bruno, capelli biondo canapa e collo bruciato dal sole: ha la sua stessa età ma invece di essere in vacanza si occupa del pascolo delle vacche. Iniziano così estati di esplorazioni e scoperte, tra le case abbandonate, il mulino e i sentieri più aspri. Sono anche gli anni in cui Pietro inizia a camminare con suo padre, «la cosa più simile a un’educazione che abbia ricevuto da lui». Perché la montagna è un sapere, un vero e proprio modo di respirare, e sarà il suo lascito piú vero: «Eccola lí, la mia eredità: una parete di roccia, neve, un mucchio di sassi squadrati, un pino». Un’eredità che dopo tanti anni lo riavvicinerà a Bruno.

nanga-parbat

  • Nanga Parbat la montagna leggendaria

Autore: Gian Luca Gasca

Editore: Alpine Studio

Raggiungere la vetta del Nanga Parbat è un sogno che ha spinto alpinisti di ogni generazione, dalla fine dell’Ottocento fino ai giorni nostri, a recarsi sotto le pendici del gigante himalayano con la speranza di poter toccare la sua cima ghiacciata di 8125 metri. Sulla nona montagna della terra si sono avvicendati i miti dell’alpinismo, dal visionario Albert Mummery alla conquista solitaria di Hermann Buhl passando per i fratelli Reinhold e Günther Messner, arrivando agli inarrestabili scalatori della scuola polacca e concludendo, per ora, con Simone Moro e la prima ascensione invernale.
Uomini uniti dal desiderio di esplorare un mondo verticale che li ha consegnati ai posteri come leggende dell’alpinismo himalayano. Alpinisti che hanno saputo andare oltre le statistiche e all’avventato soprannome di “montagna assassina” per lasciare la loro traccia nei suoi ghiacci perenni.
Un viaggio durato oltre cento anni che per ora termina il 26 febbraio 2016 con i primi salitori invernali. Un finale storico che lascia sorgere spontanea una domanda: chissà cosa ci riserverà nel prossimo futuro.

annapurna

  • Annapurna

Autore: Maurice Herzog

Editore: Corbaccio

L’ascensione dell’Annapurna compiuta nel 1950 da un gruppo di alpinisti francesi guidati da Maurice Herzog, fu l’evento che aprì la strada alla conquista dell’Everest, la vetta più alta della terra. L’impresa è raccontata in questo classico dell’alpinismo, scritto dallo stesso Herzog, dal momento in cui venne ideata al suo compimento. E’ un diario che descrive la strenua, misteriosa preparazione e quindi, fase per fase, nelle sue vittorie, nelle sue frustrazioni, nelle privazioni e nelle terribili sofferenze, la lunga scalata

  • Il limite che non c’è

Autore: Andrea Toniolo

Editore: Alpine Studio

Nella frenesia del mondo odierno un giovane corre alla ricerca di se stesso e dei propri limiti, pronto a trasformare in energia positiva gli ostacoli che la vita gli ha posto davanti. Un viaggio in solitaria lungo 4500 chilometri per riscattarsi dopo un gravissimo incidente e realizzare il proprio sogno. Andrea Toniolo, passato agli onori della cronaca come il “Forrest Gump” veneto, per 84 giorni ha trascinato il suo carretto attraverso sei nazioni, affrontando la natura selvaggia fino a raggiungere Capo Nord. Un viaggio ricco di fugaci incontri che hanno segnato Andrea aiutandolo ad allontanarsi dalla superficialità dilagante nella nostra società per riscoprire i valori e le radici della propria esistenza. Una sfida fisica, mentale e spirituale con cui Andrea lancia un messaggio ai giovani invitandoli a inseguire i propri progetti con determinazione e testimoniando uno stile di vita sano e l’importanza del rispetto per l’ambiente.

  • In quei giorni di tempesta

Autori: Francesco Casolo, Robert Peroni

Editore: Sperling & Kupfer

I demoni si sono risvegliati, questo dicono gli inuit quando arriva una tempesta, e alla Casa Rossa, l’albergo che da anni Robert Peroni gestisce in Groenlandia, ci si prepara allo scatenarsi degli elementi. Bisogna fare in fretta, mettere tutto in sicurezza, perché dal mare già sale verso l’altopiano il «vento delle donne». Poi seguirà un istante fuori dal tempo, di cielo limpidissimo e calma immobile, che preannuncia lo scatenarsi del piterak, il «vento degli uomini», che soffia gelido e sferzante a oltre cento chilometri orari per giorni interi. Ed è proprio durante una di queste fortissime tempeste che gli amici di Robert, bloccati nella Casa Rossa, si mettono a raccontare un mondo che se ne è andato, il loro: da Gideon, lo scultore cresciuto da un famoso sciamano, a Viggo, che ha vissuto i giorni drammatici della tempesta del secolo, ad Anda, «trasferito» ancora bambino a Copenaghen per essere rieducato. Queste e altre storie, evocative e commoventi, brutali e straordinarie, si intrecciano mentre fuori i cani ululano e i corvi cercano rifugio. Ma nel corso delle ore si scopre che la vera violenza non è quella della natura che imperversa oltre il vetro delle finestre, bensì quella degli uomini che, convinti di portare la «civiltà», non hanno esitato a strappare un popolo alla sua storia millenaria. In questo libro, Robert Peroni dà voce ai protagonisti delle sue storie, sulle tracce di un popolo che ha resistito alla durezza del clima ma ha finito per soccombere all’arrivo della modernità.

  • Libero di vivere

Autore: Christian Roccati

Il Geko edizioni

Cos’è l’alpinismo d’esplorazione? “Da agonista rendevo conto al cronometro; adesso rispondo alla mia fantasia”. Con questo sentimento Christian Roccati descrive l’entusiasmo che caratterizza ogni sua avventura, dapprima in ogni angolo d’Italia tra canyon, grotte e pareti e in un secondo tempo in terre remote intorno al mondo tra Groenlandia, Marocco, Islanda, Egitto, Turchia e in gran parte d’Europa. Un battito di cuore alla volta inseguendo il sottile confine tra desiderio e sogno, nuotando negli abissi con i delfini sulla barriera corallina o correndo con le volpi artiche oltre il 66° parallelo, questo libro parla di un susseguirsi di emozioni uniche dalle immersioni sotto il ghiaccio alle arrampicate a fil di cielo. Una vita per evolversi osservando «quel sen tiero invisibile che nessuno vede, tranne te».

  • Il miglior tempo

Autore: Marco Olmo

Editore: Mondadori

“In queste pagine non ho la presunzione di provare a cambiare la vita degli altri, né di sostituirmi a medici, dietologi, fisioterapisti, psicoterapeuti, insomma a coloro che hanno studiato e sono dotati dei requisiti per accompagnarci e sostenerci nella terza età. Nel mio cassetto ho solo il diploma di quinta elementare, una vita trascorsa a lavorare come contadino, boscaiolo, camionista e per un quarto di secolo ruspista in una cava. Ho però uno stile e una filosofia di vita da raccontarvi, che mi permettono di avere corpo e cervello in sintonia e di cancellare dal mio vocabolario la parola ‘vecchio’. Io sono un adulto senior, un termine inventato in Gran Bretagna che mi piace un sacco. Sì, morirò adulto senior. E non pensate che, dopo aver letto queste pagine, siate pronti a partire con me per il deserto o il Monte Bianco con le scarpette da ginnastica in valigia… La soddisfazione più grande sarebbe riuscire, con la mia testimonianza, a trasmettervi gli stimoli (anche uno solo) che vi aiutino a ribellarvi al tempo che passa”. Marco Olmo è già entrato nell’Olimpo dello sport mondiale per aver vinto molte ultramaratone, le competizioni che superano i 100 chilometri di corsa continuativa nei deserti o sui crinali delle montagne. Ma ciò che lo fa brillare di una luce unica è che ha vinto l’Ultra Rail del Monte Bianco nel 2006 e nel 2007, quando avevà già compiuto 58 anni. E ha continuato a farlo anche in seguito, collezionando successi in quella fase dell’esistenza in cui tutti rallentano, se non addirittura si ritirano. È questo il dettaglio che trasforma le sue imprese sportive in una testimonianza motivazionale per tutte le persone che affrontano la terza età. Olmo è l’esempio eclatante che si può attraversare “di corsa” anche la terza stagione della propria vita. Chi ci arriva in buona salute può tornare protagonista della propria esistenza, individuando nuove tappe da conquistare e togliendosi tante soddisfazioni. Il suo messaggio è un semplice ma energico incoraggiamento a inventarsi una vita dinamica, alternando attività fisica e attività mentale, seguendo un’alimentazione sana ed equilibrata e ritmi saggi ma capaci di condurre lontano. Perché non si è mai troppo vecchi per vivere ogni giorno.

 

  • Arte casearia e zootecnica

Autori: Corti, Camozzini, Buzzoni

Editore: Bellavite

Il volume, opera conclusiva della quadrilogia dedicata alla Valsassina, riporta alla luce le tradizioni legate al mondo dell’arte casearia e della zootecnia nella valle. Gli autori ripercorrono la nascita e lo sviluppo della tradizione casearia e ci fanno conoscere quei protagonisti che hanno reso il territorio valsassinese uno dei luoghi più importanti per la produzione di formaggio in Italia, dando in via ad importanti realtà aziendali come Locatelli, Galbani, Invernizzi, Cademartori. Attraverso uno sguardo storico, puntale e dettagliato, vengono analizzati i fattori che hanno permesso un crescente sviluppo dell’agricoltura e dell’allevamento in Valsassina, con particolare attenzione alle attività tipiche del territorio, tra cui la gestione degli alpeggi, l’allevamento ovocaprino e le tecniche di di caseificazione.

 

  • Silenzi e colori della natura

Autore: Gianni Gasparini

Editore: Mimesis

Specialmente chi vive in città si immagina gli spazi naturali come una realtà dove regna il silenzio. Non sempre è così, ma gli ambienti naturali ci offrono spesso un’atmosfera silenziosa, nella quale gli stessi rumori della natura possono diventare suoni gradevoli: come quelli dell’acqua, del vento, della neve che cade. I silenzi della natura vengono esplorati qui con riferimento alle differenti stagioni nei nostri climi: a ciascuna di esse è stato associato un colore dominante, bianco per l’inverno, verde per la primavera, blu per l’estate, giallo e rosso per l’autunno. Il colore nero, infine, viene collegato ai silenzi della notte e del cielo stellato.

spirito_libero_ml

 

  • Spirito libero

Autore: Franco Perlotto

Editore: Alpine Studio

L’alpinismo solitario è una delle pratiche più affascinanti e allo stesso tempo ardite per ogni appassionato di montagna. Alcuni la criticano, altri la ambiscono, altri sfuggono da essa, ma per altri ancora è l’essenza stessa dell’alpinismo e di chi è in cerca della grande avventura verticale. L’autore, Franco Perlotto, è uno dei grandi arrampicatori solitari italiani, nonché uno dei primi a esportare questa pratica all’estero, in paesi lontani e in luoghi leggendari. Nei primi anni settanta è il primo italiano che ha visitato Yosemite, dove arrampicò con i protagonisti dell’epoca d’oro e da cui trasse i migliori insegnamenti. Infatti, proprio per questo motivo è considerato uno dei fautori dell’arrampicata libera in Italia. Dopo i primi anni in Dolomiti, dove salì numerose pareti in solitaria, portò questo stile sulla parete più alta d’Europa: il Troll. Su questa parete norvegese, un appicco di granito di 2600 metri di sviluppo, realizzò la prima ascensione solitaria (Messner la definì la più grande impresa solitaria di quegli anni). Per lo scalatore vicentino era solo l’inizio. Le sue ascensioni solitarie si divisero tra Yosemite, la Patagonia e le Alpi, dove a volte si coprivano perfino del candido manto invernale. Questa è la sua storia di arrampicatore libero.

  • Dal divano alla maratona

Autori: Alessandro Arboletto e Franco Faggiani

Editore: Endemunde

E’ una guida facile, tascabile e pratica al running, dedicata agli esordienti. Coloro che vorrebbero ridurre il loro giro vita, ritrovare il fiato dei vent’anni e il buonumore che suscita la fiducia nella propria forma fisica. Il tutto senza strafare o imporsi allenamenti massacranti e tediosi. Ce le avete due ore e mezza a settimana da dedicare al movimento? Bene. Sono quelle che i medici considerano sufficienti per combattere il sovrappeso e i rischi coronarici. Basteranno a far di voi una persona nuova. E in questa guida vi spiegheremo come riuscirci. Lo faremo con un linguaggio semplice e concreto, soffermandoci sull’attrezzatura più idonea, l’alimentazione più corretta, gli orari e i terreni migliori per cominciare, gli esercizi da fare, a casa e fuori, con gradualità, svelandovi i trucchi dei veterani per non sprecare neppure un minuto dedicato alla preparazione e divertendovi ad abbassare la lancetta del cronometro. Così, in un paio di mesi sarete pronti per una piccola gara e in poco più di un anno potrete partecipare a una maratona.

 

piedi-nudi

 

“Monti in città” è in
viale Monte Nero 15, angolo giardini,


telefono: 02-55181790 – Fax: 02-89071190 – email: libridimontagna@montiincitta.it

www.libridimontagna.net

Commenta la notizia.