Andare per boschi con “Walden”, rivista da meditazione

walden_eng_abstract
L’elegante, rarefatta copertina di “Walden”. Sopra il titolo una veduta del lago di Varese (ph. Serafin/MountCity)

“Walden, ovvero vita nei boschi” volle intitolare il suo capolavoro Henry Davide Thoreau (1845-1847) che tra i boschi sulle sponde del lago di Walden, nella contea di Concord (Massachussetts) si rifugiò nella metà dell’800. Dall’autunno 2016 “Walden” è anche l’acronimo di un ambizioso progetto editoriale: W come Wilderness, A come Awareness, L come Life, D come Development, E come Environment, N come Nature. Il risultato è la testata di un nuovo magazine che viene considerato da chi ne è l’artefice “molto più di una rivista, un giornale che va conservato come un libro, un oggetto (di carta!) che va maneggiato con cura e che può fare bella mostra di sé in qualsiasi libreria”. La (pazza?) idea è di Antonio Portanova, veneziano che si occupa di biodiversità e conservazione della natura. Attualissima del resto è l’esperienza di vita che Thoreau raccontò nel suo libro “Walden” considerato un primo grande esperimento di decrescita. Attraverso la rilettura di quello che viene definito un classico della letteratura ecologista possiamo non a caso apprendere insegnamenti di grande spessore e necessità anche ai nostri giorni.

walden-di-thoreau
Il libro di Thoreau a cui la neonata rivista s’ispira.

“Walden”, viene spiegato nel sito di cui viene fornito qui sotto il link, “è un magazine dedicato ad ambiente, natura, wilderness e sostenibilità”. Scorrendo il numero zero, si può testimoniare che è di notevole fattura vista l’eleganza della grafica, la qualità della fotografia e il prestigio delle “firme” coinvolte: da Davide Sapienza (scrittore e ambientalista) a Franco Michieli (profeta di un escursionismo in simbiosi con la natura, garante dell’associazione ambientalista Mountain Wilderness), a molti altri scrittori, ricercatori, letterati. “Walden deve far pensare: ci piace definirla una rivista da meditazione, come certi whisky invecchiati”, spiega l’ideatore Portanova. Tutti i particolari li trovate in Google dove “Walden” risulta anche essere un’agenzia di viaggi a piedi e un istituto di psicologia comportamentale.

Per saperne di più: http://www.waldenmagazine.com/en/home-eng/

Commenta la notizia.