Regaliamo agli amici le maioliche di Castelli!

Un’iniziativa viene lanciata da Mountain Wilderness in vista del Natale per offrire sostegno agli sfortunati maestri dello storico borgo abruzzese di Castelli sconvolto dal terremoto che li ha costretti ad abbandonare laboratori e negozi. Ne dà notizia Marta Viola nel notiziario dell’associazione in distribuzione alla fine del 2016. I maiolicari residenti e operanti nel centro sono stati costretti ad abbandonare laboratori e negozi sulla base dell’Ordinanza n. 60 emanata dal sindaco Rinaldo Seca il 30 ottobre 2016 che ha dichiarato “Zona rossa” il cuore dell’abitato antico. Celeberrime sono, come noto, le maioliche artistiche firmate da Orazio Pompei, Francesco Grue, Carlo Antonio Grue, Carmine Gentili, i fratelli Candeloro e Nicola Cappelletti, Gesualdo Fuina e tanti altri maestri, osservabili in molti musei a livello internazionale (Hermitage, San Pietroburgo; Museo del Bargello, Firenze, etc.). MW lancia un appello a soci e amici perché acquistino un oggetto artistico di Castelli come regalo di Natale. I pezzi sono di diverse dimensioni e per diversi usi (brocche, piatti, bicchieri, vassoi, tazze, portaprofumi, addobbi natalizi, decanter, etc.). Sono gli artisti Giovanni Leonetti e Paolo Esposito Pirelli che si sono offerti di mettere a disposizione magnifici pezzi sopravvissuti alle lesioni e ai crolli degli edifici. Opere d’arte che si possono acquistare contattandoli via mail o per telefono. Ecco i loro indirizzi: Giovanni Leonetti risiede in via Carmine Gentili n.26 (abitato storico), cell. 389.0759968 mail: giannileonetti@alice.it. Paolo Esposito Pirelli è in via Carmine Gentili n.3 (abitato storico), cell. 331.5365283 mail: umceramiche@gmail.com

E’ giustificato che Mountain Wilderness abbia particolarmente a cuore questo che viene considerato uno dei borghi più belli d’Italia. L’amicizia è di lunga data. Nel 2013 c’era MW alla manifestazione per impedire la costruzione di una centrale a biomasse a ridosso del perimetro del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga in una zona selvaggia di particolare bellezza, preferita dalle camosce che vi si recano per figliare. Più di recente, il 2 luglio 2016, MW ritrovò gli amici di Castelli in occasione del trekking “Quattrocentomila passi per i Parchi Naturali” che in questa località ha ricevuto una generosa accoglienza dagli abitanti, dagli amici della locale Sezione CAI e dall’Amministrazione Comunale.

Commenta la notizia.