Capodanno a piedi, ma solo per infedeli

Viaggiare a piedi nel periodo dei grandi rituali familiari è un atto di infedeltà alle abitudini consolidate, agli amici e ai parenti. Chi si iscrive a un trekking di più giorni condivide giornate, pranzi e alloggio con persone mai viste prima. Ma, si chiede l’organizzazione Vie dei Canti (che prende il nome da un celebre libro di Bruce Chatwin), quanti sono davvero capaci di essere infedeli? Ecco comunque, in questo comunicato, alcune proposte per le prossime festività.

In viaggio con Vie dei Canti

Capodanno con il suo carico simbolico è il momento per eccellenza di ricominciare e sperimentare nuove strade. Le Vie dei Canti propongono quattro viaggi a piedi guidati in piccoli gruppi (da 6 a 15 persone) per il Capodanno 2017. Tre in Italia e una all’estero, sempre con una guida che ha una storia da raccontare. Come quelle dei Robin Hood della Tuscia, del faro di Punta Palascia torreggiante su una ripida scogliera a picco sul mare del Salento o dei monaci italo-greci nel Cilento. O quelle delle sorprendenti comodità offerte dai cammellieri tra le dune del deserto del Sahara.

Al seguito dei viaggiatori in Marocco (26 dicembre – 5 gennaio) ci sono anche cuoco e uomini blu per un cammino lungo la via di sabbia che conduce a Timbuctù. Perdersi nel mare di dune e rilassarsi nelle pozze colme di pioggia nella roccia è un’opportunità per chi trascorre giorni e giorni fra calde oasi e passa tra canyon, montagne dalle forme bizzarre e torrenti che in secca diventano vie di transito. Nel segno dell’incontro fra due popoli si sviluppa il viaggio a piedi in Salento (28 dicembre – 2 gennaio e 2-7 gennaio) per assistere alla magia della prima alba dell’anno in Italia. Siamo a Punta Palascia, vicino ai Balcani, e due sponde diverse dello stesso mare si destano in contemporanea. Come pellegrini di un tempo percorriamo la Via Francigena dal Lago di Bolsena alla città di Orvieto (28 dicembre – 3 gennaio) tra mulattiere e strade romane ancora con tratti pavimentati, antichi basolati e sentieri nascosti nei boschi, incontrando le tracce delle storie di santi e briganti. E andiamo anche sugli antichi sentieri dei monaci italo-greci in Cilento (29 dicembre – 4 gennaio) per sei facili escursioni, una al giorno.

Zaino leggero in spalla e mente sgombra da abitudini e pregiudizi, ogni cammino è un incontro con nuovi punti di vista. In un viaggio a piedi si partecipa per qualche giorno alla vita di una piccola comunità, il gruppo in cammino. Viaggiare diventa quindi condividere tempo, parole, cibi, camera, emozioni. I percorsi sono unici e originali, messi a punto uno per uno con le guide. Sono sempre nuovi e diversi, anche per il tempo, i compagni di viaggio e le storie incontrate. Tra trekking, gioco, storie, laboratori, partecipazione e buon cibo biovegano è invece il Capodanno Walk&Love di Tra Terra e Cielo, a Corfino (LU), nel Parco nazionale dell’Appennino, dal 27 dicembre all’8 gennaio. Tutti i dettagli sui viaggi a piedi sono sul sito internet www.viedeicanti.it

Commenta la notizia.