Alessandro Jolly Lamberti, trent’anni sulla verticale

Alessandro Jolly Lamberti è stato uno dei più forti climber italiani, famoso e ammirato per le sue eccezionali ripetizioni delle vie classiche nelle più rinomate falesie, con qualche rara uscita sulle pareti delle Alpi e della Yosemite Valley. Il periodo più intenso e felice l’ha vissuto nell’arco completo di due decenni, negli anni ottanta e novanta, ma rimane sorprendentemente attivo tuttora, con alle spalle oltre trent’anni di stupende arrampicate. Consideriamo che sia una breve sosta quella che Jolly si è concessa per sfornare il volume “Run Out” (Versante Sud, i Rampicanti, 360 pagine, 19,90 euro) nel quale sfoggia uno stile brioso e disinvolto per fare il punto della sua vita, esponendo numerose vicende ora gustose, ora drammatiche ma mai noiose o ripetitive.

È così che nei 55 capitoli che compongono il variegato volume di Alessandro Jolly Lamberti troviamo un po’ di tutto, dalle sue amicizie ai suoi sogni, alle sue iniziative, ai suoi successi e alle sue delusioni. Il risultato è un consuntivo esistenziale delle inimmaginabili esperienze che si sono alternate nella sua attività di top climber, guida alpina, organizzatore di viaggi nonché istruttore in una scuola di arrampicata indoor. Un insieme di esperienze che ci farà scoprire una persona sensibile e dotata di una non comune cultura e intelligenza.

Renato Frigerio

Commenta la notizia.