BalmExperience. Stop alla montagna luna park!

Un anno nelle valli di Lanzo all’insegna della natura, per un turismo ambientale basato sul rispetto della montagna e su un approccio sostenibile alle terre alte. È quanto prevede “BalmExperience – La montagna possibile”, un progetto predisposto dall’associazione Mountain Wilderness, basato su un ricco programma di eventi che si snodano per tutto l’anno: convegni, momenti di incontro, attività sulla neve, trekking, escursionismo, alpinismo. Un’iniziativa per incentivare un turismo fondato sulla conoscenza e sul rispetto della natura, del paesaggio e della storia dei luoghi, coinvolgendo le professionalità locali nella gestione delle attività. Il progetto è stato presentato a Torino dall’assessore all’Ambiente e allo Sviluppo della montagna della Regione Piemonte Alberto Valmaggia, dalla presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale del Piemonte Silvana Accossato, dal coordinatore del progetto per Mountain Wilderness Toni Farina, dalla presidente di CIPRA Italia (Commissione internazionale per la protezione delle Alpi) Federica Corrado, e dal sindaco del Comune di Balme Bruno Dematteis. “Turismo degli elicotteri o turismo del rispetto” è il titolo della manifestazione di apertura sabato 11 febbraio a Lanzo. Durante l’incontro viene affrontato il tema del turismo in montagna prendendo spunto dalla delibera approvata il 30 novembre 2016 dal Comune di Balme, nella quale si stabilisce “di ritenere inopportuna, impropria e dunque di esprimere la propria contrarietà alla pratica di qualsiasi tipologia di accesso e di fruizione motorizzata a scopo ludico del proprio territorio, sia estiva, quando preveda la percorrenza di sentieri e piste con motocicli, mezzi fuoristrada e quad, sia nel periodo invernale quando ciò avvenga per mezzo di motoslitte e di elicotteri per il trasporto turistico”.

Balme, tra gli splendori della Valle di Lanzo.

Un atto di grande significato e carica simbolica quello del Comune di Balme, ma soprattutto una scelta precisa, confermata dalle parole di Gianni Castagneri, assessore : “Amministrare significa fare delle scelte e queste, se possibile, devono essere coerenti per risultare anche credibili. Adottare la pratica invernale di mezzi motorizzati sarebbe stato uno schiaffo ai molti fruitori che in questi ultimi anni hanno apprezzato l’ambiente ben conservato di queste montagne. Ciaspolatori, sci alpinisti, praticanti dello sci di fondo, sono gli appassionati di queste attività che hanno rivitalizzato l’economia invernale balmese. Ed è su di loro che contiamo anche in futuro”.

Alessandro Gogna modera l’incontro di sabato 11 febbraio 2017, ore 15, a Lanzo Torinese.

Turismo del rispetto, quindi. La delibera di Balme è servita anche come riferimento per un’interrogazione parlamentare firmata dai deputati Ermete Realacci, presidente della Commissione Ambiente della Camera ed Enrico Borghi, Presidente UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani). Il convegno di Lanzo moderato da Alessandro Gogna si apre alle apre 15 con il saluto di Tina Assalto sindaco della cittadina in provincia di Torino e presidente dell’Unione montana Valli di Lanzo, Ceronda e Casternone. Carlo Alberto Pinelli, presidente di Mountain Wilderness Italia, interviene sull’impegno di Mountain Wilderness. Prendono poi la parola Vincenzo Torti, presidente generale del CAI, il past president Annibale Salsa, Gianni Castagneri assessore del Comune di Balme, Filippo Di Donato responsabile nazionale TAM (Tutela Ambiente Montano), Roberto Colombero presidente dell’Unione Comuni Valle Maira, Toni Farina di Mountain Wilderness che presenta il programma 2017 BalmExperience, Silvana Accossato presidente della Commissione Ambiente del Consiglio regionale del Piemonte, Enrico Borghi deputato, presidente UNCEM (Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani), Ermete Realacci presidente della Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.

Info: Toni Farina 335 7035304; farina@mountainwilderness.it

One thought on “BalmExperience. Stop alla montagna luna park!

Commenta la notizia.