Adrian, lo sciatore che non si arrende

Alla Marcialonga vengono ironicamente definiti bisonti: sciatori da strapazzo che però, dai e dai, ce la fanno a raggiungere il traguardo e l’agognata medaglietta. A questa categoria appartiene il venezuelano Adrian Solano, 22 anni (qui sopra in un’immagine tratta da un filmato Eurosport). Digiuno di tecnica sciistica, ha affrontato con coraggio la gara di 10 km a tecnica classica ai Mondiali di sci nordico di Lahti, Finlandia. Logicamente non ha fatto onore, povero Adrian, al pettorale numero 1 che gli hanno assegnato. I suoi passi sono stati incerti fin dalla partenza. In compenso è andato in calando per tutta la gara cadendo più volte “a pelle di leopardo” sotto lo sguardo delle telecamere. Ma mai arrendesi. Adrian è arrivato staccatissimo al traguardo, l’aria smarrita, meravigliato di avercela fatta e incredulo che tutti lo applaudissero assegnandogli il titolo di campione mondiale degli imbranati. E’ vero che in Venezuela la neve latita, ma chi gliel’ha fatto fare di recarsi nella capitale dello sci di fondo a fare questa figuraccia?

Vedi il filmato

 

Stile non proprio impeccabile, ma grinta da vendere…

Commenta la notizia.