Caro sentiero, quanto mi costi!

Senza manutenzione collettiva e collettivo impegno, i sentieri spariscono come i canali marini che vanno costantemente drenati. Ben venga dunque il fondo di 1,2 milioni di euro (fonte: Askanews) istituito dalla Regione Lombardia il cui Consiglio regionale ha dato il via libera all’unanimità, mettendo perciò d’accordo tutti i partiti presenti in aula,  al progetto di legge “Rete escursionistica della Lombardia”. Servirà ad erogare finanziamenti per interventi di manutenzione e promozione della rete esistente e l’istituzione di nuovi percorsi. E anche per censire i sentieri: in Lombardi sembra che si siano 13 mila chilometri di percorsi. Una cifra cospicua quella messa a disposizione, ma per i comprensori sciistici la Regione fa molto di più come risulta dal bando pubblicato nel 2016 sul Bollettino ufficiale della Regione con il quale si sono stanziati 5.240.000 euro per le migliorie agli impianti, quasi tutti in deficit e alcuni con scarse prospettive di sopravvivenza. L’importante provvedimento della Regione dovrebbe ricordarci che tutti dovremmo nel nostro piccolo cercare di farci carico della manutenzione dei sentieri che percorriamo, non solo mantenendoli puliti, ma anche soltanto rimuovendo un sasso ingombrante o i rami di un albero spezzati dal temporale. A questo proposito Robert MacFarlane ricorda (“Le antiche vie”, Einaudi, 2013) che nel Suffolk, all’imbocco di certi sentieri molto battuti, venivano un tempo lasciati, appesi a un palo o a una scala, dei falcetti. Chi si incamminava ne prendeva uno per sfrondare i rami che incominciavano a ostruire il passaggio. Il falcetto veniva poi posato alla fine della tratta, a disposizione di chi doveva avviarsi nella direzione opposta. Ma questo la legge non lo prevede.

Fonti:

http://www.askanews.it/regioni/lombardia/consiglio-regionale-lombardo-ok-legge-su-sentieri-per-escursioni_7111008519.htm

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_febbraio_22/catasto-sentieri-montagna-lombardia-regolamento-dd9f9d64-f87c-11e6-b362-d2e82fbd3a4a.shtml

Commenta la notizia.