Museomontagna hi tech. Archivi a portata di smartphone

Grazie alla tecnologia digitale, il Museomontagna di Torino entra in una nuova era. Il suo impegno riguarda ora la costruzione di un’unica, grande banca digitale in rete con il Musée Alpine di Chamonix e con il mondo. Un’operazione che, sulla base di un progetto pluriennale battezzato con il nome iAlp – Musei alpini interattivi, ha ricevuto un finanziamento di 2.550.000 euro dall’Unione Europea. L’operazione, volta a promuovere la comunicazione e la valorizzare dei giacimenti culturali delle due istituzioni alpine transfrontaliere, è stata presentata a Torino il 23 febbraio 2017. Un’occasione per Aldo Audisio, direttore del Museomontagna, per ribadire la linea culturale seguita sino ad oggi dall’istituzione. L’iniziativa, con l’introduzione delle tecnologie digitali e con la condivisione delle metodologie operative, consentirà un più incisivo riordino delle collezioni e l’ampliamento delle attività museali. Nell’ambito del piano di lavoro, i due musei alpini hanno anche previsto la creazione e la diffusione di un’App che permetterà di accedere ai archivi della documentazione mediante lo smartphone. Qui sopra il complesso del Museomontagna al Monte dei Cappuccini che domina Torino.

www.museomontagna.org

2 thoughts on “Museomontagna hi tech. Archivi a portata di smartphone

  • 27/02/2017 at 10:51
    Permalink

    Quella cifra era dovuta a un refuso. Ora è stato corretto. Il finanziamento è di 2.550.000 euro.

    Reply
  • 24/02/2017 at 18:24
    Permalink

    2.550,00 o 2.550.000,00?

    Reply

Commenta la notizia.