Majella, escursionisti senza… retromarcia

Tornare indietro quando su un sentiero la meta è ancora lontana e si annuncia l’imbrunire? Sembra facile. Percorrendolo alla rovescia, talvolta il sentiero tradisce. Dipende anche da come sono posizionati i segnavia, dalla nostra lucidità, dalla tensione che viene a crearsi, dal calare delle tenebre. E’ capitato che Ermanno Salvaterra abbia soccorso in extremis e salvato, come racconta in “Soccorsi in montagna” (Ferrari editrice, 2004), due anziani turisti che, salendo al suo rifugio XII Apostoli, sono stati sorpresi dal buio e non avrebbero superato la prova di un bivacco notturno. “L’errore di incamminarsi a tarda ora poteva rivelarsi fatale”, racconta l’Ermanno, gloria dell’alpinismo patagonico.

Incamminarsi a tarda ora, un errore che può rivelarsi fatale.

Qualcosa di simile è capitato sabato 4 marzo 2017 alla Majella, in Abruzzo. Come riferiscono i siti on line inAbruzzo e abruzzo web e come gentilmente ci segnala l’amico Luciano Pellegrini (agnpell@libero.it), quattro uomini di Lanciano hanno costretto le squadre del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (Cnsas) a intervenire nel cuor della notte per prestare soccorso a quattro in difficoltà sul monte Ugni, località Palombaro alla Majella. Avrebbero dovuto raggiungere un rifugio della zona ma, intorno ai 1.500 metri di quota, stanchi e non in grado di proseguire, hanno deciso di tornare indietro. Purtroppo non sono riusciti a rintracciare il sentiero e si sono imbattuti in un canale innevato piuttosto ripido e con frequenti salti di roccia. I quattro avevano acceso un fuoco per scaldarsi e, recuperati in buone condizioni di salute, sono stati accompagnati fino a Valle Palombaro, luogo in cui avevano parcheggiato le loro auto. Imprudenti, impreparati, presuntuosi? Può darsi. Chissà, si domanda Pellegrini, non nascondendo la riprovazione per il loro comportamento, se avranno pagato il Soccorso alpino come da regolamento regionale? (Ser)

Fonti:

http://www.abruzzoweb.it/contenuti/maiella-4-escursionisti-salvati-dal-cnsas-grazie-a-whatsapp/622071-4/

http://www.inabruzzo.com/?p=285487

One thought on “Majella, escursionisti senza… retromarcia

Commenta la notizia.