La primavera dell’ambientalismo alpino

Era stato annunciato un cambio della guardia al vertice di Mountain Wilderness Italia, ma nessuno tra i cinquecento e più aderenti all’associazione ambientalista si sarebbe aspettato che dall’assemblea nazionale del 2 aprile 2017 a Verona uscisse una ventata di primavera così impetuosa. Cinque nuovi consiglieri su nove fanno infatti parte delle new entry che da circa un anno affiancano il direttivo sostenendo idee e progetti innovativi. Non si sono riproposte personalità come Carlo Alberto Pinelli, fondatore di MW, Vittorio De Savorgnani e Luigi Casanova garantendo comunque ai nuovi arrivati la loro collaborazione e la loro competenza (Pinelli fa ora parte dei probiviri). Sono state confermate le azioni in via di sviluppo in Dolomiti, in Piemonte (la campagna eliski), sui parchi nazionali con il trekking estivo in Abruzzo nel Parco nazionale.

Si è calcolato che se prima l’età media del direttivo era salita a 65 anni, ora è scesa a 46. Un balzo in avanti che fa sicuramente onore a questa associazione da trent’anni schierata in difesa delle terre alte e della loro integrità. Forte è la presenza femminile senza dover parlare di quote. “Un’iniezione di energia e passione per rimanere sentinelle delle montagne”, è stato il commento di Luigi Casanova. Con l’invito a tanti altri amici perché s’iscrivano (vedere qui sotto le modalità) facendo così “un regalo alla montagna”, come viene suggestivamente suggerito nel notiziario quadrimestrale diretto dallo stesso Casanova e nel sito da qualche tempo costantemente aggiornato grazie all’intervento appassionato di Nicola Pech, responsabile della comunicazione.

Alcuni eletti subito dopo lo spoglio delle schede. In alto a destra Carlo Alberto Pinelli, presidente uscente che ora fa parte dei probiviri. Ph. Serafin/MountCity

I componenti del nuovo Consiglio direttivo rimangono in carica in carica per tre anni, così come da Statuto. Ecco i risultati delle votazioni svoltesi presso la sede della Sezione Cesare Battisti del Cai. Consiglieri: Luca Albrisi (Trentino, Val di Sole), Giancarlo Gazzola (Veneto, vice presidente uscente), Adriana Giuliobello (Roma), Susanna Gonella (Piemonte), Carlo Alberto Graziani (Siena, docente universitario), Stefano Sala (Milano), Silvia Simoni (Alto Adige, primo dirigente del Sudtirol), Franco Tessadri (Trentino), Marta Viola (Abruzzo). Revisori: Giampaolo Dori, Luigi Cucut, Fabio Valentini. Probiviri: Vittorio De Savorgnani, Toni Farina, Carlo Alberto Pinelli.

 

Come iscriversi a Mountain Wilderness

Socio Ordinario: € 25,00

Socio Sostenitore: € 50,00

Socio Familiare: € 15,00

Socio Vitalizio: € 300,00

Versamenti: c.c.p 61289203 o bonifico bancario

(IBAN IT39H0760111200000061289203)

intestati a Mountain Wilderness Italia.

Commenta la notizia.