Stessa corda, stessa passione

Jacopo Merizzi, curatore della mostra “Legati da intrepida passione”, interviene all’inaugurazione a Castel Masegra di Sondrio. Nella foto sopra il titolo un suo scatto magistrale.

La storia dell’alpinismo è stata abbondantemente scritta dal binomio guida-cliente. Stessa corda, stessa passione era ed è lo slogan ripreso nel sottotitolo del documentatissimo libro di Paolo Ascenzi e Alessandro Gogna “Guide&clienti” (Nuovi Sentieri, 426 pagine). “Legati da intrepida passione” è invece il titolo della mostra in questi giorni organizzata a Sondrio dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia. L’esposizione fotografica nel bellissimo Castel Masegra è aperta fino al 4 giugno. Titolo completo: “Legati da intrepida passione – I mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro”. Tante persone hanno partecipato il 3 maggio all’inaugurazione alla presenza del presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina e dell’Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio Marina Cotelli. L’esposizione  raccoglie 100 scatti che mettono in luce lo speciale rapporto che unisce guide e clienti in montagna. “Le fotografie sono le tracce fisiche di momenti unici”, spiega il presidente Fabrizio Pina, “che le guide vivono in montagna con i loro compagni di cordata. Come Collegio abbiamo voluto organizzare questa mostra per dare risalto e far conoscere quello che è forse l’aspetto più bello della nostra professione: l’insegnamento come trasmissione di una conoscenza e la condivisione di emozioni che spiegano il desiderio e la ragione dell’andare in montagna”. La mostra rientra nel progetto “AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata”, che vede tra i suoi partner lo stesso Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, il Comune di Sondrio, la Fondazione Cariplo e il Politecnico di Milano.

 

Commenta la notizia.