Professione Green Agent

Raccontare attraverso interviste, reportage e nuovi prodotti multimediali, la storia dei Green Agent che hanno avviato azioni individuali o progetti innovativi in tema di economia verde o sviluppo sostenibile. Questo è lo scopo di un premio istituito nell’ambito del progetto “Green Agent”, iniziativa sostenuta dalla Compagnia di San Paolo. Il termine Green Agent si riferisce ai giovani che si propongono come agenti di cambiamento per l’ambiente e la sostenibilità nella Provincia del Verbano Cusio Ossola. L’invito a raccontare è della cooperativa Vedogiovane, in rete con Associazione Eurodesk Italy, Eco Risveglio; con la sponsorizzazione di Presidi Soci Nova Coop del Vco. Nello scritto che pubblichiamo, intitolato “Destinazione: Orridi di Uriezzo”, viene intervistata una guida naturalistica che dedicala sua attività ad alcune meraviglie dell’Ossola ancora ingiustamente poco note.

Alla scoperta degli Orridi di Uriezzo

Ci troviamo in Ossola, nella zona tra Crodo e Baceno, zona ricca di cultura e di bellezza. Nella Valle Antigorio grazie alla determinazione e al prezioso lavoro di alcune guide naturalistiche, è stato possibile valorizzare dei luoghi a lungo sconosciuti che presentano un grande fascino e unicità, con un alto potenziale turistico tuttora in fase di sviluppo. Stiamo parlando degli Orridi di Uriezzo, spelonche realizzate dall’azione dei torrenti che un tempo scorrevano a valle dal Ghiacciaio del Toce, contraddistinte da una serie di grandi cavità separate da stretti e tortuosi cunicoli, con pareti scolpite da scanalature e rientranze sempre formate dall’acqua. Per conoscere più approfonditamente gli Orridi abbiamo intervistano il signor Mariano Zedda, guida naturalistica che lavora nella zona dell’Ossola da ben quindici anni. Accompagna svariate comitive ogni anno. La visita agli Orridi sono un progetto particolare che viene offerto soprattutto alle scuole, ma non solo.

Mariano Zedda descrive gli Orridi come luoghi affascinanti, anche perché conosce tutti gli interventi realizzati faticosamente dall’uomo per renderli visitabili, e ribadisce che sia un’esperienza da provare almeno una volta nella vita. Una particolarità degli Orridi è quella di poterci andare anche di notte. Il suo entusiasmo nel raccontare ci fa percepire quanto Mariano creda nella scelta professionale da lui intrapresa, che gli ha permesso di vivere nella sua terra inventandosi un’opportunità lavorativa che valorizza un territorio economicamente depresso ma ricco di bellezze naturali che possono contribuire a rilanciarlo dal punto di vista turistico.

Mariano ci informa che esiste anche un progetto che ha messo in rete tutte le emergenze di carattere archeologico presenti in quest’area, altro esempio di gestione intelligente del patrimonio naturalistico locale: i finanziamenti internazionali hanno messo in sicurezza e reso fruibile tutta una serie di porzioni di Orridi che sono finalmente esplorabili. Il suo lavoro di guida è fortemente integrato con il vissuto della valle: quando una mucca accidentalmente è caduta nella camera grande dell’Orrido Sud, il lavoro di guida si è unito a quello di soccorritore in collaborazione con gli allevatori. Ciò attesta una grande versatilità da parte di chi sceglie questo mestiere e una determinazione nella tutela dei luoghi… a 360 gradi. Mariano confessa che ciò che ama del territorio è l’ambiente stesso, la storia e la cultura, le bellezze e le aree protette…tutto ciò che c’è intorno a noi. Conoscere il nostro territorio, afferma, è un valore che ingenera valori: “Conoscere è importante perché se conosci puoi scegliere”.

Si ringrazia il sig. Mariano Zedda per la sua disponibilità

Andrea Paval

Agnese Pirazzi

Greta Delloro

Isabel Biancossi

Leggi altri articoli partecipanti al concorso Green Agent

 

Informazioni

SITO del progetto: www.greenagent.weebly.com 
FACEBOOK: Progetto Green Agent

 

 

 

 

Commenta la notizia.