Chi l’ha vista? Segnalate l’incontro con questa farfalla

L’Ente Parco Gran Paradiso rinnova anche questa estate l’invito ai turisti che visitano l’area protetta a contribuire alla raccolta dati del progetto di monitoraggio della biodiversità animale in ambiente alpino. Nello specifico, viene richiesto a chi si trovi a passeggiare per sentieri, abitualmente o occasionalmente, sia sul versante Piemontese sia su quello Valdostano, ma anche a chi entro i confini del Parco vive e lavora, di segnalare la presenza di alcune specie di animali invertebrati: sei farfalle e una lumaca. Basterà avere con sé una macchina fotografica e un dispositivo in grado di registrare le coordinate GPS, o un cellulare dotato di queste funzioni. Le schede per il riconoscimento delle sette specie e il questionario da compilare online sono disponibili sul sito www.pngp.it/citizen-science: una volta scattata la foto e registrate le informazioni sarà possibile inviarle direttamente, dal proprio smartphone o pc, tramite email, all’indirizzo citizenscience@pngp.it. In alternativa, usando il sito del Parco o l’App di I-Naturalist, piattaforma che consente di condividere le osservazioni con una comunità di naturalisti. 
Vengono accettate segnalazioni anche di altre specie che popolano il Parco, proprio nell’ottica di creare un ponte virtuale tra il mondo scientifico e le persone che normalmente con questa realtà hanno pochi contatti, portando avanti quella che molti ormai chiamano la “Scienza 2.0”.

Nella foto sopra il titolo un esemplare di Inachis Io, una delle farfalle indicate dal progetto.

Commenta la notizia.