Motoraduno sui prati, per il sindaco è OK

Mountain Wilderness ha diffidato il Comune di Rovetta e inviato un esposto alla Procura della Repubblica in merito all’autorizzazione della manifestazione “Valli Bergamasche revival XVII Trofeo Gino Reduzzi” organizzata dal Moto Club Bergamo il 24 e 25 giugno. Il tracciato della manifestazione riguarda non solo strade agro-silvo pastorali ma anche aree ad elevata naturalità e zone di praterie alpine. Nello specifico il passaggio è previsto in località Prat di Ciese, dove i mezzi motorizzati non seguono le strade esistenti, mettendo in potenziale pericolo la flora e la fauna locale. L’autorizzazione da parte del Comune è stata rilasciata il 21 giugno e trasmessa ai richiedenti il 22 giugno a soli 3 giorni dalla manifestazione. Con questi tempi molto ristretti non è possibile garantire l’esercizio dei diritti collettivi quali il ricorso o la contestazione.

“Orobievive”, di cui Mountain Wilderness fa parte, aveva inviato il 13 maggio una richiesta di accesso civico agli enti pubblici dell’alta Valle Seriana, nel cui territorio era previsto il passaggio dei piloti della manifestazione, chiedendo di ricevere la documentazione almeno 30 giorni prima. La richiesta è stata non solo palesemente disattesa in relazione ai termini temporali ma anche per ciò che attiene alla trasparenza in quanto solo il comune di Onore e la Comunità Montana Valle Seriana hanno pubblicato nella sezione trasparenza amministrativa gli atti del procedimento.

Per questo motivo Mountain Wilderness Italia ha inviato una diffida al Comune di Rovetta per aver garantito l’autorizzazione alla manifestazione ed un esposto alla Procura della Repubblica di Bergamo, chiedendo chiarimenti in merito all’autorizzazione al transito di mezzi motorizzati in zone ad elevata naturalità. Mountain Wilderness Italia precisa di essere favorevole ad uno sviluppo e ad una frequentazione della montagna sostenibile e ecocompatibile. L’invadenza di mezzi motorizzati in aree ad alta naturalità è assolutamente inconciliabile con tale prospettiva e dimostra un approccio miope e non rispettoso alla montagna.

Scarica la Diffida al Comune di Rovetta

Scarica l’Esposto alla Procura della Repubblica di Bergamo

 

3 thoughts on “Motoraduno sui prati, per il sindaco è OK

  • 27/06/2017 at 14:16
    Permalink

    E quale sarebbe la strategia giusta?

    Reply
  • 26/06/2017 at 23:12
    Permalink

    Penso che qualsiasi strategia di tipo legal/burocratico sia perdente e non porti a nessun risultato se non rafforzare quelli degli organizatori e dei politici interessati.

    Reply

Commenta la notizia.