Sassi e fantasia nella foresta delle streghe

Il bouldering è tornato ed è stato subito festa come annuncia trionfalmente “L’Eco Risveglio Ossolano”. Centoventi erano gli iscritti al raduno del 24 giugno nella meravigliosa foresta di Foppiano di Crodo detta “delle streghe” che stende il suo verde mantello a perdita d’occhio sulle pendici della valle Antigorio. L’iniziativa è stata battezzata “Deja vu” dagli organizzatori che con tanto impegno l’hanno avviata nel 2013 dedicandole anche la guida “Foppiano Boulder 2013” con 167 i sassi mappati su cui scalare, gareggiare, sbizzarrire la fantasia. Con l’indispensabile aiuto di Graziano Biancossi soprannominato “il Druido”, guida spirituale e pratica dei sassisti, i lavori di pulizia per liberare questi sassi dai muschi e dall’intrico dei rami, hanno richiesto comprensibili fatiche. E sempre più sassi sono stati liberati, mentre in corrispondenza con i più celebri e frequentati come lo stupefacente Sass Fendu o il Sass Giana attrezzato anche per condurvi i ragazzini è spuntata qualche panchina artigianale forgiata dalle robuste mani del Graziano.

Lo spettacolare Sass Fendu e, nella foto sopra il titolo, un aspetto del bouldering nella foresta di Foppiano di Crodo.

Sempre da “EcoRisveglio” si apprende che sparsi nel bosco, segnalati da una mappa, circa 70 paletti bianchi sono stati posti a indicare passaggi puliti ma mai saliti da nessuno. In questi due giorni la sfida nella sfida è stata quella di provare a liberare questi passaggi, per poi proporre un nome per inserirlo nel censimento ufficiale. Quest’anno a coordinare l’evento è stato Alberto Gibelli che ha ricevuto le consegne dal suo predecessore Dario Rota, autore anche della guida citata che ora andrà aggiornata. A un paio d’ore di auto da Milano questo rustico alpeggio dell’Ossola che ormai ha aperto in via definitiva le porte al bouldering e ai sempre più numerosi appassionati, tutti giovani e giovanissimi, merita assolutamente una scoperta. Anche da parte dei turisti che non hanno alcuna intenzione di mettere le mani sulla roccia.

Commenta la notizia.