Niente bottigliette, usiamo la borraccia!

Stop al dilagare di bottiglie di plastica per mari e oceani! Quest’estate diamo un taglio alle nostre vecchie abitudini e rinunciamo a portarci nello zaino, durante le escursioni, le bottigliette di acqua minerale a perdere, così comode e sempre a portata di mano ma tanto dannose per l’ambiente. L’invito nasce da Surfrider che denuncia con toni decisamente accorati questo tipo di inquinamento dei mari. Come rimediare? Semplice. Riscopriamo la borraccia ora in vendita in forme nuove, accattivanti e a buon prezzo, sia che siano fabbricate in acciaio inossidabile, in alluminio, in vetro o in plastica senza BPA. Non è mai troppo tardi per cambiare abitudini, e anche per proteggere la nostra buona salute. Il PET, la plastica generalmente utilizzata per le bottiglie a perdere, una volta esposto al sole è suscettibile di far migrare delle tracce di triossido d’antimonio potenzialmente nocive al sistema endocrino e cancerogene. Evitiamo di rischiare adottando materiali più stabili come il vetro e l’inox.

Qui a dare il buon esempio sono due grandi amici della montagna: Walter Bonatti con la sua borraccia ammaccata (sopra il titolo) e Franco Michieli la cui borraccia è altrettanto “vissuta”. Le foto sono state scattate da Roberto Serafin.

Commenta la notizia.