Show senza confini in 12 incontri

Un modello nuovo di cooperazione transfrontaliera è in corso tra due importanti centri di produzione artistica (Espace Malraux di Chambéry e Teatro Stabile di Torino Teatro Nazionale), gli operatori turistici territoriali, i partner economici e ricercatori universitari. Nell’arco di tre anni, fino al 2020, i partner, riuniti in un gruppo interattivo, lavoreranno sull’identità culturale che accomuna gli abitanti del territorio transfrontaliero: la pratica della montagna. Partendo dalla constatazione che questa, oggi, è quasi esclusivamente di tipo sportivo, saranno organizzati sull’asse transfrontaliero 12 incontri pubblici tra sportivi e artisti che si esibiranno in discipline basate sul mettere in gioco il proprio corpo. Come informa la newsletter della Regione Piemonte, atleti e artisti daranno vita a sei nuove produzioni artistiche, realizzate per il progetto Corpo Links Cluster, ispirate alla cultura propria di coloro che vivono la montagna. Queste produzioni saranno presentate lungo un itinerario che collega i centri urbani di Torino e Chambéry nei teatri, nei rifugi, presso le piste da sci, in siti storici o davanti a paesaggi alpestri. Il percorso sarà sviluppato in stretta relazione con i territori ospitanti attraverso residenze creative e incontri nei luoghi più significativi dell’asse montano che unisce Torino a Chambéry, tra cui Modane, Exilles, Bardonecchia, Sestriere, Moncenisio, Fenestrelle, Pinerolo, Prali e Susa.

Commenta la notizia.