Bookcity: al Politecnico e a Milano Malpensa s’incontra la montagna

Montagne di carta a Milano per la rassegna Bookcity! Con largo anticipo è stata pubblicata su questo blog una prima panoramica sugli eventi che 17 al 19 novembre coinvolgeranno il mondo della montagna attraverso  incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte e biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo. Con l’avvicinarsi dell’evento vi proporremo nei prossimi giorni alcuni focus sulle iniziative a nostro avviso più interessanti. Seguono due appuntamenti che coinvolgeranno importanti istituzioni milanesi: il Politecnico di Milano (17 e 18 novembre) e l’aeroporto di Milano Malpensa (18 novembre)

 

“Montagne di Architettura” si terrà venerdì 17 e sabato 18 novembre a Milano. L’evento è organizzato da Alpes e dal Politecnico di Milano in collaborazione con l’Università degli Studi di Milano e l’Ordine degli Architetti PPC di Sondrio, ed è inserito nell’ambito della manifestazione Bookcity Milano 2017.

Il programma prevede per il 17 novembre una mattinata di studi organizzata dalla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici del Politecnico di Milano su “Gli insediamenti tradizionali delle Alpi. Problemi di conservazione e tutela”. Interverranno studiosi ed esperti di queste tematiche, tra cui Daniela Bosia (Politecnico di Torino), Viviana Ferrario (Università Iuav di Venezia), Luca Mocarelli (Università degli Studi di Milano Bicocca) e Paulina Moroder (Museo della Val Gardena). Saranno presentati casi studio ed esperienze progettuali.

Nel pomeriggio, Alpes organizza la presentazione di alcuni libri legati alla montagna. A partire dalle ore 15, si terranno incontri con Franco Michieli, Roberto Mantovani, Luisa Bonesio, Giacomo Menini, Davide Del Curto, Roberto Dini e Luciano Bolzoni, che da diverse prospettive e attraverso i loro libri racconteranno il personale rapporto con la montagna. Sarà presentato anche il volume “Alpi e Architettura”, frutto del convegno “Alpi, Architettura, Patrimonio” tenutosi a Torino e a Milano nel 2015.

Tutti gli eventi di venerdì 17 novembre si terranno nell’aula Gamma del Politecnico di Milano, in via Ampere 2. La partecipazione all’intera giornata, dalle 9.00 alle 18.30, dà diritto a 6 CFP riconosciuti dall’Ordine Architetti PPC di Sondrio, previa iscrizione sul portale imateria del Consiglio Nazionale Architetti PPC e pagamento di 10 euro per spese amministrative.

Sabato 18 novembre, a partire dalle ore 16.00, due dialoghi/incontri speciali, con ospiti d’eccezione, proseguiranno idealmente le tematiche affrontate nella giornata precedente. Nella aule dell’Università Statale di Milano, in via Festa del Perdono 3, Roberto Mantovani e Luciano Bolzoni incontrano Maurizio Zanolla “Manolo” e Alessandro Busci.

 

Manolo con la figlioletta Alice (ph. Serafin/MountCity)

Una intensa mattinata dedicata all’alpinismo e alla cultura alpina è in programma sabato 18 novembre all’aeroporto di Milano Malpensa – Terminal 1.
Alle ore 10 Alessandro Gogna, guida alpina e storico dell’alpinismo, introduce e dialoga con il giornalista di Repubblica Guido Andruetto autore del libro “Bertone: La montagna come rifugio” pubblicato da  Castelvecchi Editore, dedicato alla figura di un alpinista tra i più forti degli anni Sessanta e Settanta.

Alle ore 11:30 “Con la roccia tra le mani”: incontro/dialogo con Maurizio Zanolla in arte Manolo, presentato dal giornalista, storico dell’alpinismo e direttore della rivista “Camminare” Roberto Mantovani. Manolo accompagnerà il pubblico alla a scoperta di una disciplina sospesa a metà tra sport e scelta di vita, metafora della leggerezza e nel contempo della concretezza degli elementi della natura come terra, roccia e cielo.

Alle ore 12:30 si tiene il reading “a cielo aperto” – a cura del  Forte di Bard – del romanzo “La chimera” di Sebastiano Vassalli, un libro dedicato al Monte Rosa inteso come chimera, concetto della vetta vista da lontano e della sua invariabilità fino al suo superamento con lo sguardo che si apre sul cielo aperto, metafora delle rotte verso l’Europa da Malpensa.

Programma BookCity-Malpensa