Guerra Bianca, Torrione allarga il tiro

Tra i maggiori interpreti della fotografia alpina, Stefano Torrione, con la guida di Marco Gramola, presidente della Commissione storica della Società Alpinisti Tridentini, ha visitato e catturato con il suo obiettivo i luoghi più evocativi della Grande Guerra combattuta alle alte quote, documentando quanto resta di quell’immenso museo dell’orrore a cielo aperto. Tutto in 70 splendide immagini in grande formato, accompagnate da foto d’epoca e mappe dei luoghi realizzate dal fotografo stesso e rimaste a lungo esposte l’autunno scorso alla milanese Fabbrica del Vapore con il patrocinio del National Geographic, in occasione del centenario della Grande Guerra. Ora è da considerare imperdibile la serata di giovedì 15 marzo 2018 organizzata dalla Commissione scientifica e culturale alla Società Escursionisti Milanesi (Piazza Coriolano 2, ore 21): Torrione ripropone le sue immagini nell’ambito di un percorso che si è ampliato in vista di un libro che rappresenterà una testimonianza unica, di enorme valore storico e documentale.

La locandina della mostra sulla Guerra Bianca che ora Stefano Torrione (nella foto in alto) intende trasferire in un libro. L’illustre fotografo presenta il nuovo progetto giovedì 15 marzo 2018 alla SEM.

Dallo Stelvio al Cevedale, dall’Adamello alla Presanella, dall’Alta Valle di Ledro al Pasubio, passando per l’Ortigara, il Lagorai, il Cauriol e il monte Cristallo fino alla Marmolada, per poi finire a Cima Undici e alla Croda Rossa, tantissime nuove fotografie saranno inserite nel volume che Torrione intende pubblicare alla conclusione del Centenario della Grande Guerra, utilizzando il sistema del crowdfunding. Particolare importante. Torrione può dirsi di casa alla SEM. Il suo progetto sulla Guerra Bianca è stato infatti nel 2017 tra i finalisti al Premio Marcello Meroni organizzato per il decimo anno consecutivo dalla Società Escursionisti Milanesi. Maggiori informazioni: www.stefanotorrione.comhttps://www.kisskissbankbank.com/grande-guerra-bianca.

Commenta la notizia.