Souvenir di una storica salita

Il bollino 2018 del Cai. Nella foto in alto le Grandes Jorasses.

“La foto del nostro arrivo al rifugio dopo la bella scalata alla Walker, sorridenti e dallo sguardo un poco sbarazzino, è una delle più care e che custodisco gelosamente. Eravamo giovani, pieni di ardore e di entusiasmo: nessuno e niente ci poteva fermare!”. Quell’immagine è diventata un’icona dell’alpinismo moderno. Riccardo Cassin, Ugo Tizzoni e Gino Esposito che vi appaiono sono stati uniti dalla stessa corda nella scalata alla Punta Walker alle Grandes Jorasses di cui in questo 2018 si celebra l’ottantesimo anniversario. In occasione della morte di Esposito e Tizzoni, avvenuta per entrambi nel 1994 a distanza di pochi mesi l’uno dall’altro, Cassin (1909-2009) ha ricordato i due amici che tante volte hanno arrampicato legati alla sua corda, citando proprio questa fotografia. Ma chi è stato l’autore della storica immagine dei tre al ritorno dalla Walker? Considerato tra i maggiori cronisti dell’alpinismo classico, l’autore fu Guido Tonella che fu a lungo corrispondente del Corriere della Sera da Ginevra. Tonella lasciò importanti scritti di alpinismo. Tra questi “50 anni di alpinismo senza frontiere: la storia dell’UIAA, unione internazionale delle associazioni di alpinismo”. Si sa che le scalate importanti negli anni Trenta erano seguite il più delle volte da giornalisti di rango come Dino Buzzati, Cesco Tomaselli, Ciro Verratti (il Corriere era uno dei pochi quotidiani che poteva permettersi il lusso di mandare degli inviati speciali al seguito degli alpinisti). Nel 1938 alle Grandes Jorasses toccò dunque a Tonella il compito non solo di raccontare, ma di documentare fotograficamente la grande impresa compiuta da Cassin, Esposito e Tizzoni lungo la parete inviolata dalla punta Walker. Così in discesa i lecchesi incontrarono, secondo il racconto di Cassin, “uno strano tipo che camminava sulla neve con le sole calze, e che teneva in una mano la macchina fotografica e nell’altra una bottiglia di spumante”. Si, quel bel tipo era Tonella. La sua foto dei tre felici e abbronzati ma non ancora sbronzi è tra le più celebri della storia dell’alpinismo che all’epoca festeggiava le conquiste con le bollicine come oggi è di norma negli autodromi al termine dei gran premi di formula uno o all’arrivo delle classiche ciclistiche. (Ser)

Cassin, Esposito e Tizzoni fieri della loro scalata alla fine degli anni Trenta.

One thought on “Souvenir di una storica salita

  • 11/04/2018 at 13:55
    Permalink

    Bel frammento di storia alpinistica. Mi permetto però di notare che l’ultima fotografia non è quella di cui parla l’articolo. La fotografia riportata non risale agli anni ’30, ma probabilmente agli anni ’50. Lo testimonia l’età dei tre alpinisti, non più ragazzi come all’epoca dell’impresa.

    Reply

Commenta la notizia.